Finale Scudetto Inter-Juventus Under 15 5-0: complimenti ai nerazzurri!

© foto www.imagephotoagency.it

Sfuma in finale il sogno scudetto della Juventus Under 15: a Ravenna vince meritatamente l’Inter anche se il risultato è pesante

Sfuma in finale il sogno scudetto della Juventus Under 15. Vince l’Inter, meritatamente, anche se per quello che si è allo stadio Benelli di Ravenna il passivo di 5-0 appare fin troppo pesante. La formazione di Riccardo Bovo non riesce a imporsi di fronte ai nerazzurri, che sin dalle prime battute riescono a ottimizzare le proprie occasioni.
La gara arriva pochi giorni dopo il brutto episodio avvenuto nel post gara con il Napoli, l’immediata posizione di scuse da parte del club bianconero con le parole di Cherubini e il provvedimento della Federcalcio che ha inflitto a tutto l’organico l’obbligo di frequenza a un percorso di formazione sulle rispetto delle regole e degli avversari nei prossimi giorni. Stasera si torna a parlare di calcio. Di seguito il commento del match.

INTER-JUVENTUS UNDER 15 5-0 (17′ Benedetti, 26′ Gnonto, 61′ Zanotti, 68′ Ballabio, 70′ Benedetti) VOTI E PAGELLE DEL MATCH

LA CHIAVE DEL MATCH – L’Inter parte con l’acceleratore, alza la pressione e diventa devastante quando attacca sulle corsie esterne. I bianconeri non riescono a tenere botta, soffrono dietro e faticano a rendersi davvero pericolosa sul fronte opposto. Bovo prova a correre ai ripari mischiando le carte, l’Inter però resta padrona del campo grazie a una migliore gestione del possesso della palla. Dopo le reti di Benedetti e Gnonto, Magazzù sbaglia due volte la possibilità di chiudere definitivamente il match nel primo tempo.

L’EPISODIO – Le due reti dell’Inter nascono da errori difensivi della Juventus. Benedetti e Gnonto vengono colpevolmente lasciati soli e hanno tutto il tempo di trovare lo spazio per concludere a rete. Movimenti da rivedere, anche se la base su cui lavorare in prospettiva è comunque buona.

L’UOMO PARTITAOliveto prova a tirar sù il morale dei compagni dopo la prima rete. Poco può fare anche nella seconda. E sfodera diversi interventi per rimediare i danni nel corso del match, negando all’Inter la possibilità di chiudere definitivamente il match. Non basta, ma l’atteggiamento positivo dell’estremo difensore bianconero va messo comunque in luce perché meritevole. Uscire dal campo dopo aver subito cinque reti non è bello per un portiere. Le lacrime, di tutti, serviranno negli anni. Per crescere.

CRONACA LIVE: Partita piacevole sin dalle prime battute. Inter pericolosa con Gnonto, con Oliveto protagonista di una bella parata dopo cinque minuti. I bianconeri provano a far male in ripartenza. I nerazzurri continuano a mettere pressione a Lucchesi e compagni, che liberano in qualche modo la loro area di rigore. Al quarto d’ora Miretti prova uno schema su punizione, bravi i ragazzi dell’Inter a spegnere l’azione. Nel momento migliore dei ragazzi di Bovo, Benedetti s’imbuca in area e trova lo spazio per battere Oliveto e sbloccare il match. Provano a mettere ordine i bianconeri, che si rendono pericolosi dalle parti di Gerardi. Anche se è Benedetti a non sfruttare l’occasione del raddoppio sottoporta. Al 26′ arriva il raddoppio dell’Inter con Gnonto, fino a questo momento migliore in campo. Qualche minuto dopo Magazzù manca due volte la possibilità di chiudere il match. La seconda frazione inizia sulla falsariga della prima, con le occasionissime di Magazzù e Gnonto (traversa). Pisapia ci prova con coraggio dalla distanza. L’Inter chiude bene gli spazi nella propria metà campo quando i bianconeri tentanto il tutto per tutto per riaprire il match. Al 56′ Lofrano si vede negare la gioia del gol da un bel intervento di Gerardi. Al 61′ la rete di Zanotti e al 68′ il poker di Ballabio, che chiudono definitivamente il match e regalano lo scudetto ai nerazzurri. La quinta rete di Benedetti, allo scadere, infligge una sconfitta più pesante di quello che si è visto in campo.

INTER (4-4-2): Gerardi; Zanotti, Chierichetti, Cepele, Peruchetti L.; Radaelli, De Milato, Ballabio, Benedetti; Gnonto, Magazzù. All. Annoni

JUVENTUS (4-2-3-1): Oliveto; Andreano, Giorcelli (68′ Fiumano), Lucchesi, Mulazzi; Salduccio, Pisapia; Giorgi (50′ Petronelli), Miretti (27′ Lofrano), Bevilacqua; Bonetti. All. Bovo

INTER-JUVENTUS UNDER 15: DOVE VEDERLA IN TVIl match è stato trasmesso in chiaro su Sportitalia TV, al canale 60 del digitale terrestre. La telecronaca del match è stata affidata a Fernando Siani, con il supporto di Luca Cilli da bordocampo.

LISTA DEI CONVOCATI JUVENTUS UNDER 15: Andreano, Adretta, Basso, Palmiero, Bevilacqua, Bonetti, Chibozo, Dall’Oglio, Ferraris, Fiumanò, Giorcelli, Giorgi, Lofrano, Lucchesi, Mauro, Miretti, Mulazzi, Oliveto, Palazzo, Petronelli, Pisapia, Rastrelli, Saio, Salducco, Savona.

LE ALTRE PARTITE IN PROGRAMMA PER LE FASI NAZIONALI UNDER 16 E UNDER 17 – La Juventus è ancora in corsa anche per lo scudetto delle altre categorie giovanili. La formazione Under 16 di mister Simone Barone giocherà contro l’Atalanta la semifinale martedì 10 giugno a Forlì. Atalanta da battere in semifinale anche per la formazione Under 17 di mister Francesco Pedone, di scena a Ravenna il 17 giugno.

Articolo precedente
Khedira come il vino: «Più invecchio e più miglioro»
Prossimo articolo
bonanseaBonansea in partenza: «Grazie a tutti, ora vacanze!» – FOTO