Cherubini, scuse a Napoli: «Quanto successo ci ha colpito profondamente»

© foto www.imagephotoagency.it

Il responsabile tecnico del settore giovanile della Juventus, Federico Cherubini, è intervenuto prima della finale scudetto Inter-Juventus Under 15

«Quanto accaduto ci ha colpito profondamente. Stiamo facendo delle valutazioni interne su cosa non è andato bene per farsì che potesse succedere una cosa del genere». Parla il responsabile dell’area tecnica del settore giovanile della Juventus, Federico Cherubini, tornando sulla brutta vicenda del post gara della semifinale Juventus-Napoli Under 15.

«Sicuramente non abbiamo trasmesso immagine corretta del nostro club, a maggior ragione sui valori che vogliamo parlando di calcio giovanile. Ci tenevamo ad affrontare questo momento in maniera molto seria, i vertici societari si sono messi in contatto anche con Federazione per fare una scelta forte, sia per il nostro interno ma anche per l’ambiente».

RIFLESSIONE – «Questi episodi gravi ci devono far compiere delle riflessioni su questi nuovi strumenti, con i quali è difficile trovare contromisure. Bisognare trasmetter educazione e valori. La Federazione ci ha ricordato che c’era uno scudetto da assegnare per un principio sportivo, abbiamo accettato e quindi chiudiamo per stasera questa pagina e pensiamo al campo. Questi ragazzi, posso assicurarvi, che negli ultimi due giorni hanno vissuto momenti poco piacevoli».

PROVVEDIMENTI«L’impegno che abbiamo chiesto è quello di studiare un percorso insieme alla Federazione che possa creare consapevolezza e cultura e far comprendere ai nostri ragazzi cosa è accaduto. Ci sarà tempo per sederci per capire quale dovrà essere il percorso migliore. A questi ragazzi e anche ad altri gruppo del nostro club. Faremo il massimo per evitare che questi episodi possano riaccadere».

SCUSE – «Sì, credo per quello che è stato l’episodio dobbiamo chiedere scusa. Ci terrei molto a far capire, però, che in quel momento nei nostri ragazzi non c’era la consapevolezza di fare un coro razzista. Solo con la formazione e l’educazione proveremo a far capire questi principi ai nostri ragazzi. Senza voler giustificare niente a nessuno, un club che arriva a non voler giocare una finale scudetto dimostra come questa situazione lo ha copito».

STAGIONE«Siamo soddisfatti per aver portato tutte le nostre squadre giovanili alla fasi finali. Grande merito di tutte le persone che lavorano nel settore giovanile».

PRIMAVERA«Valuteremo la nuova guida tecnica, è prematuro»

SECONDE SQUADRE«Capiremo quali saranno le possibilità di partecipare al campionato con una seconda squadra. E’ una possibilità che abbiamo chiesto da tempo. I tempi per quest’anno sono abbastanza corti, stiamo facendo in modo di farci trovare pronti nel fare una squadra in quindici giorni».

Articolo precedente
bonanseaBonansea in partenza: «Grazie a tutti, ora vacanze!» – FOTO
Prossimo articolo
andres telloTello a un passo dall’addio: plusvalenza Juve con il colombiano?