Connettiti con noi

Hanno Detto

Juric a Dazn: «Abbiamo giocato come volevamo. Meritavamo i tre punti»

Pubblicato

su

Ivan Juric, allenatore del Torino, ha parlato a Dazn dopo la sfida contro la Juve. Le sue dichiarazioni

Ai microfoni di Dazn, Ivan Juric ha parlato dopo Juve Torino. Le sue dichiarazioni.

ULTIMO DERBY PER BELOTTI – «Non lo so. Ci siamo detti che vuole fare una stagione qui e poi decidere alla fine e gli credo. Era sotto mentalmente, ora lo vedo lavorare con tanta voglia. Deve fare un gran finale di anno e poi decidere con calma. Sa cosa significa per i tifosi, deve ritrovare la forma fisica con calma».

GOL – «Ha lavorato tanto in questo periodo. Oggi è stato il trascinatore su tante cose e ha fatto un bel gol. Spero continui così anche per il finale di stagione, è importante averlo in forma».

POBEGA TREQUARTISTA – «Ha fatto bene. Volevo che attaccassimo di più sulla sinistra ed è stato fantastico. Ha fatto una partita tosta e solida come mi aspettavo».

JURIC TOP PLAYER – «Ma no. Abbiamo alzato il livello su tutto dopo il calo recente. Oggi meritavamo di vincere, non abbiamo sfruttato diverse palle gol. Se c’era qualcuno che doveva vincere eravamo noi oggi».

SEGNALI – «Abbiamo sbagliato qualche passaggio di troppo, ma siamo stati lucidi. Abbiamo creato gioco come volevamo, per larghi tratti abbiamo dominato. Abbiamo sbagliato dei passaggi banali che ci avrebbero permesso di attaccarli ancora di più».

TRIDENTE CONTRASTATO – «Hanno fatto un grande lavoro i difensori. I loro hanno fatto poco, è stato un lavoro strepitoso. Abbiamo preso un gol su angolo ma subito veramente poco. Le scalate erano giuste».

BREMER – «E’ un giocatore importante, da inizio anno si capiva. Ha grande umiltà e non molla mai, deve continuare così. Sta facendo un campionato grandioso».

CONSAPEVOLEZZA MAGGIORE – «Quello che vedo è che se abbassiamo il livello perdiamo molto. Oggi è stata una grande gara e come ho detto meritavamo di più. Ci deve dare questa forza che mentalmente è stata persa certe volte. La squadra è in costruzione, siamo partiti dal nulla e sono contento. Questa partita deve darci la giusta consapevolezza per affrontare il finale di campionato».