Connettiti con noi

News

Juve-Genoa: modifica alla viabilità nelle aree limitrofe allo Stadium

Pubblicato

su

Ascolta la versione audio dell'articolo

Juve Genoa: modifica alla viabilità nelle aree limitrofe allo Stadium. Il club si muove per ridurre il proprio impatto ambientale

Sul proprio sito ufficiale la Juventus annuncia l’applicazione alla modifica della viabilità nelle aree limitrofe all’Allianz Stadium in occasione di Juve-Genoa: un modo per ridurre l’impatto ambientale.

“Juventus è consapevole delle sue responsabilità e dell’influenza delle proprie azioni sull’ambiente.

Cosciente di questa correlazione tra dimensione aziendale e territoriale, ha la responsabilità di ridurre quanto più possibile il proprio impatto. Il perseguimento di questo obiettivo ha aggiunto un nuovo importante tassello nel percorso di sostenibilità ambientale intrapreso dal Club: attuare un piano di mobilità sostenibile per l’Allianz Stadium in occasione delle gare giocate in casa dal Club.

Rivedere e rendere più efficace il servizio di mobilità è una sfida partita nel 2019 attraverso lo studio e il monitoraggio del sistema di trasporti e accessi degli spettatori allo stadio prima della partita per lo sviluppo di un Piano mobilità declinato in una serie di azioni.

La prima di queste, si concretizzerà in occasione della sfida di domenica 5 dicembre, Juventus vs Genoa, durante la quale verrà attuata la prima modifica alla viabilità al fine di limitare la congestione del traffico, migliorare l’ingresso degli spettatori e ridurre l’impatto ambientale legato a tali spostamenti.

L’accesso di veicoli nelle aree limitrofe allo Stadio sarà possibile solo presentando il QR Code di un biglietto “posto auto” acquistabile su parking.juventus.com.

Le zone interessate dal nuovo piano di mobilità saranno:

  • Controviale di Corso Grosseto lato stadio
  • Corso Gaetano Scirea
  • Strada della Continassa

Questa nuova sfida rappresenta solo l’inizio di un graduale processo di evoluzione continua non solo per migliorare l’esperienza del pre e post partita nel rispetto di una mobilità sostenibile, ma anche dare un ulteriore contributo al percorso ambientale intrapreso dal Club per ridurre quanto più possibile i propri impatti negativi”.