Juve, e se questo mercato ti avesse resa ancora più forte?

dybala
© foto www.imagephotoagency.it

Nonostante gli addii di Bonucci e Dani Alves, la Juventus ha acquistato giocatori funzionali alle idee tattiche di Allegri

Il calciomercato si è appena concluso e la Juve è questa. L’ossatura portante di cui siamo stati abituati nelle passati stagioni ha perso una delle sue colonne principali, ovvero Leonardo Bonucci, così come Dani Alves, dopo una sola stagione trascorsa in bianconero, ha deciso di lasciare Torino per vivere una nuova esperienza a Parigi con il Psg. Al di là di queste due cessioni eccellenti, Marotta è riuscito anche a fare cassa sfoltendo la rosa a disposizione con le cessioni di Lemina al Southampton e Rincon al Torino.

INNESTI MIRATI – Veniamo ora agli acquisti ed al perché sia lecito pensare che la squadra si sia rinforzata. Sebbene nel reparto di centrocampo sia mancato l’arrivo di un vero e proprio big, alla Verratti tanto per intenderci, l’arrivo di Matuidi è cosa buona e giusta: il francese ha grande esperienza internazionale, può coprire diverse posizioni del centrocampo e la sua presenza permetterà dunque ad Allegri di schierare il reparto a tre qualora ce ne fosse bisogno. Per quanto riguarda l’attacco, invece, le idee tattiche del tecnico toscano sono state ampiamente rispettate: Allegri, infatti, può ritenersi soddisfatto degli acquisti effettuati da parte della società di Douglas Costa e Bernardeschi, ovvero due giocatori forti e che trovano nell’ormai collaudato 4-2-3-1 la collocazione ideale nel ruolo di esterni. L’arrivo di Howedes (giocatore campione del Mondo in carica con la Germania di Low) è stato soltanto l’ultimo innesto di un mercato intelligente da parte della dirigenza bianconera, che potrebbe rendere la Juve ancora più forte.

Condividi