Connettiti con noi

News

Juve Milan non fu mai di Ronaldo: Locatelli vuole risarcire Allegri

Pubblicato

su

Juve Milan non ha mai visto brillare la stella di Cristiano Ronaldo: ora per dimenticarlo Allegri punta su Locatelli

La Juventus arriva ad una gara alquanto importante con morale rinfrancato dall’agevole vittoria in Champions League contro il Malmoe: i bianconeri sono tornati dalla Svezia con il primo successo stagionale e il primo clean sheet. Di certo un’iniezione di fiducia necessaria per affrontare il Milan, a punteggio pieno e sulle ali dell’entusiasmo. Rossoneri però con tante defezioni importanti: non ci saranno Ibrahimovic e Giroud mentre preoccupano le condizioni di Maignin. In caso di forfait, pronto Tatarusanu. La Juventus non vince all’Allianz Stadium contro i rossoneri dal 10 novembre 2019, con la splendida rete di Paulo Dybala. La gara passerà alla storia, più che per il gioco delle due squadra, per la furiosa e silenziosa reazione di Cristiano Ronaldo al cambio di Maurizio Sarri.

Juve Milan non fu mai di Ronaldo

Proprio CR7 è stato il grande assente allo Stadium nelle tre gare disputate contro il Milan durante la sua permanenza alla Juventus: nella prima occasione Ronaldo era assente per infortunio, lesione ai flessori della coscia destra in nazionale che gli fece saltare la gara contro i rossoneri, rientrando poi ad Amsterdam in Champions contro l’Ajax. Quella gara contro il Milan fu risolta da Dybala e Moise Kean. Pochi mesi dopo, con Maurizio Sarri in panchina, fu la volta della scenata furiosa dopo il cambio in Juve-Milan: al 55′ fuori uno spento CR7, assente ingiustificato, e dentro Paulo Dybala che alla fine decise il match. Seconda sostituzione in pochi giorni dopo quella contro la Lokomotiv Mosca in Champions League. Ronaldo non ebbe una reazione da campione: uscì dal campo andando direttamente negli spogliatoi e lasciando lo stadio prima della fine della gara. Un comportamento stizzito al quale il portoghese ha abituato negli anni, suscitando polemiche e critiche spesso condivisibili. L’ultimo scontro allo Stadium tra Juve e Milan ha visto di nuovo il portoghese spettatore non pagante: 10 maggio 2021, gara importantissima. Il Milan di Pioli si impone per 0-3 con le reti di Brahim Diaz, Tomori e del solito Rebic. Ronaldo, il giorno successivo al match che poteva compromettere la corsa della Juve alla Champions, fu immortalato in visita guidata (programmata) a Maranello con Agnelli e John Elkann negli stabilimenti della Ferrari. Un altro episodio che non ha lasciato un buon sapore ai tifosi della Juve.

Allegri si affida a Dybala e all’ex Locatelli: ricordando lo sgambetto

E ora Allegri cosa deve fare per cogliere la prima vittoria in questa Serie A? Di certo affidarsi a Paulo Dybala, vero e proprio bestia nera del Milan con 8 gol, sei dei quali col bianconero addosso. Ma un alleato sarà di certo anche Manuel Locatelli. Il centrocampista classe 1998, scuola Milan, mise a segno l’iconico gol nell’unica vittoria rossonera (in Serie A) contro la Juve quando sulla panchina bianconera siede Allegri. Da ultima volta a prima volta dunque, se si circoscrive il lasso di tempo a questo inizio di stagione: Locatelli può di nuovo entrare a far parte della storia di questa partita. E la nonna, bianconera fino al midollo, ricorda bene quel gol, come raccontato dallo stesso centrocampista in conferenza stampa (CLICCA QUI PER IL VIDEO).