Juve-Porto, 16 maggio 1984: i bianconeri alzano al cielo la Coppa delle Coppe – VIDEO

Juve Porto, 16 maggio 1984: i bianconeri vincono la loro prima ed unica Coppa delle Coppe battendo in finale i Dragoes portoghesi

Era la Juventus di Platini, Boniek, Scirea, Paolo Rossi ed altri immensi campioni. Una Juve che presto avrebbe vinto tutto, compresa la Coppa dei Campioni l’anno successivo contro il Liverpool nella famosa e tragica notte dell’Heysel, ma reduce dalla cocente sconfitta in finale contro l’Amburgo della stagione precedente. Uno dei cicli bianconeri più forti di sempre, dunque, affrontava il Porto quella notte, nell’atto conclusivo della Coppa delle Coppe.

La partita

Al St. Jakob Stadium di Basilea, stadio designato per la finale, tutto si consuma nei primi 45′ minuti di gioco. Dopo appena 13′ minuti Vignola conclude un contropiede magistrale, propiziato dall’estro di “Le Roi” Michel Platini, e fredda l’estremo difensore portoghese Zé Beto, non esente da colpe. I Dragoes non si arrendono e alla prima vera scorribanda offensiva, al minuto 29′, Antonio Sousa impatta il risultato.

Alla Vecchia Signora, però, bastano poco più di 10 minuti per reagire e portarsi nuovamente in vantaggio. Sarà la solita rete pesantissima di Boniek, soprannominato “Bello di notte” proprio grazie alla sua abitudine a segnare quando il sole tramonta e le partite diventano importanti, a decidere il match. L’assist è firmato dall’incontenibile Vignola, protagonista assoluto della serata.

La seconda frazione di gioco regalerà poche emozioni, ma non si risparmierà dal punto di vista delle polemiche. Al minuto 55′ Platini viene steso platealmente in area da Lima Pereira, ma il direttore di gara Prokop decide di assegnare un’insolita norma del vantaggio. All’82’ minuto toccherà ai lusitani protestare e chiedere il penalty, causa un fallo di mano di Scirea giudicato involontario.

Al triplice fischio i bianconeri possono finalmente festeggiare, ed alzare al cielo la prima ed unica Coppa delle Coppe della lunga e gloriosa storia juventina. Grazie a questo trionfo, i ragazzi di mister Trapattoni ottengono il pass per la finale di Supercoppa Europea, successivamente conquistata contro i campioni d’Europa in carica del Liverpool.