Juve-Roma 3-2: la partita delle polemiche risolta da Bonucci – VIDEO

Bonucci
© foto www.imagephotoagency.it

Il 6 ottobre 2014 la prima Juventus di Allegri sconfisse la Roma grazie ad un gol di Bonucci a cinque minuti dal termine

Forse quel giorno più di ogni altro, la Roma di Rudi Garcia si presentò allo Stadium convinta di potercela fare. Appaiata con la Juventus in vetta alla classifica a punteggio pieno, la Roma sembrava avere tutte le carte in regola per espugnare il fortino bianconero ma non aveva fatto i conti con la legge dello Stadium, teatro in cui i big match vedono praticamente sempre trionfare i bianconeri.

TRE PUNTI IN RIMONTA – Lo stesso, in effetti, accadde il pomeriggio del 6 ottobre 2014 nella partita che verrà ricordata per le infinite polemiche che la seguirono e per l’ormai celebre dichiarazione post gara di Totti: “La Juventus fa un campionato a parte”. Il primo tempo fu completamente condizionato dalle decisioni arbitrali del signor Rocchi, il quale concesse un rigore generoso per parte, rispettivamente trasformati da Tevez e Totti: la Roma passò in vantaggio grazie a colui il quale diventerà il flop del mercato giallorosso (Iturbe) e subì il 2-2 allo scadere del tempo regolamentare grazie al secondo penalty trasformato da Tevez. Sembrava che le due squadre potessero accontentarsi del pareggio nella ripresa quando invece, a 5′ dal termine, Bonucci fece esplodere lo Juventus Stadium, trafiggendo Skorupski con un destro al volo dal limite dell’area, regalando tre punti ai bianconeri ed iniziando a spianare la strada verso il quarto scudetto consecutivo.