Connettiti con noi

News

Juve Roma, coperta corta a centrocampo per Allegri: tanti dubbi e una sola certezza

Pubblicato

su

Juve Roma, coperta corta a centrocampo per Allegri: tanti dubbi e una sola certezza in vista della sfida dello Stadium

Dopo la sosta per le nazionali la Juventus è pronta a rituffarsi nel campionato per riprendere la sua rincorsa ai primi posti della classifica. Per i bianconeri è in programma subito un match di cartello contro una delle formazioni più agguerrite del campionato: all’Allianz Stadium arriva infatti la Roma di José Mourinho, desiderosa di dar seguito al buon inizio stagionale. Per i bianconeri sarà una sfida dall’enorme importanza: vincere significherebbe continuare ad accorciare le distanze dalle prime posizioni e iniziare concretamente ad essere una delle squadre candidate al titolo. Allegri non può e non vuole prendere in considerazione altri risultati, che andrebbero a compromettere in larga parte la stagione. La gara contro i giallorossi parte però già in salita.

POCHE CERTEZZE A CENTROCAMPO: PROBLEMI PER ALLEGRI

Non sarà semplice l’avvicinamento alla partita di domenica prossima. Allegri è infatti alle prese con alcune assenze a centrocampo che condizioneranno le sue scelte. Una su tutte. Rabiot non sarà sicuramente della partita: il francese, risultato positivo al Covid dopo la semifinale di Nations League disputata all’Allianz Stadium contro il Belgio, dovrà osservare dieci giorni di isolamento. In dubbio la presenza dei due nazionali Bentancur e McKennie. Il centrocampista uruguaiano, che sarà tra gli ultimi a rientrare a Torino, tornerà in gruppo verosimilmente soltanto nella giornata di sabato e per forza di cose non sarà al meglio della condizione. Il texano invece, che ha saltato la trasferta di Panama con i suoi Stati Uniti per un leggero problema al quadricipite, dovrebbe rientrare per l’ultima gara contro il Costa Rica. Tuttavia il suo impiego contro la Roma rimane ancora incerto.

Per Ramsey e Arthur ci sono invece problemi di più difficile gestione. Il gallese, dopo le ultime dichiarazioni dal ritiro della sua nazionale, sembra aver gettato benzina sul fuoco nei confronti della dirigenza, alimentando l’ipotesi ormai non più remota di una sua cessione a gennaio. Il brasiliano invece, titolare nel test di sabato contro l’Alessandria, ha mostrato una condizione ancora ben lontana dai tempi migliori. L’unica certezza, pertanto, è rappresentata da Manuel Locatelli: l’azzurro, reduce dalla bella prestazione contro il Belgio in Nations League, partirà titolare nel match contro la Roma per guidare grazie alle sue geometrie la formazione di Allegri.

LE PROBABILI SCELTE IN VISTA DELLA ROMA

Con un quadro di questo tipo si riducono inevitabilmente le scelte di Allegri in vista del posticipo dell’ottava giornata di Serie A. Il tecnico toscano dovrebbe scegliere il 4-3-3 come modulo di riferimento, schieramento che può subire variazioni nel corso della gara e mutare in un più classico 4-4-2. Secondo le ultime indiscrezioni Locatelli agirà con ogni probabilità da play davanti alla difesa, affiancato da McKennie a destra e Bernardeschi a sinistra, quest’ultimo con la licenza di allargarsi sulla corsia mancina. Il match contro la Roma si presenta per questi motivi tutt’altro che semplice per la Juve. Ma le grandi squadre si vedono proprio nei momenti di difficoltà.