Connettiti con noi

News

Juve Sampdoria: le tre cose che non hai notato

Pubblicato

su

Juve Sampdoria: le tre cose che non hai notato del match dell’Allianz Stadium. Gli episodi curiosi sfuggiti all’attenzione dei più

Juve-Sampdoria: le tre cose che non hai notato. Oltre al secondo successo consecutivo, oltre al primo gol di Locatelli e alla sofferenza finale. Tre episodi sfuggiti all’attenzione dei più.

1. I tifosi fischiano tutti, tranne…

Bordata di fischi da parte dei tifosi della Juve alla lettura delle formazioni della Sampdoria. Giocatore per giocatore, i sostenitori bianconeri hanno scandito il ritmo dell’undici scelto da D’Aversa, tranne per un giocatore: Fabio Quagliarella. L’attaccante ha vinto e segnato tanto a Torino, ed è sempre ricordato con affetto: lo testimoniano i tanti applausi della curva quando lo speaker ha pronunciato il suo nome.

2. La panchina esplode al gol di Locatelli

Prima gioia in bianconero per Manuel Locatelli. Il centrocampista classe ’98 ha messo a referto il suo primo gol con la Juventus, dando vita ad un’esplosione incontrollata di felicità e soddisfazione. Un mix al quale va ad aggiungersi la reazione della panchina bianconera: tutti i giocatori, uno ad uno, sono andati ad abbracciare Locatelli. Giorgio Chiellini ha chiuso la fila, riservando a Manuel l’abbraccio più caloroso.

3. Chiellini beniamino dello Stadium

Massimiliano Allegri gli ha concesso uno spezzone finale per blindare il risultato, e lui ha risposto presente. L’Allianz Stadium ha avvolto Giorgio Chiellini in un’aurea magica, accompagnando ogni suo intervento dagli olè e dagli applausi. A fine gara, poi, il coro personalizzato: «C’è solo un capitano».