Connettiti con noi

News

La Juve riparte da Udine: Allegri insegue la sua meta, ma occhio alle insidie

Pubblicato

su

La Juve inizia la sua corsa verso lo scudetto: i bianconeri partono da Udine carichi di entusiasmo e nuove motivazioni

Finalmente si fa sul serio. La Juventus si appresta a iniziare ufficialmente la nuova stagione. Si parte da Udine, per un match che può dare subito indicazioni ben precise su quelle che potranno essere le ambizioni del nuovo ciclo targato Allegri. Le quattro amichevoli disputate contro Cesena, Monza, Barcellona e Juventus U23 sono servite per mettere minuti nelle gambe e per riorganizzare le idee dopo un’annata molto complicata sotto la gestione Pirlo. Qualche piccolo aggiustamento è arrivato anche in sede di mercato, senza tuttavia stravolgere un assetto che pare essere già completo. L’obiettivo principale è tornare a vincere lo scudetto, ma per farlo servirà superare avversari agguerriti.

Le possibili rivali

Con chi dovrà contendersi l’obiettivo la nuova Juve di Allegri? Si parte ovviamente dai campioni d’Italia in carica. L’Inter ha cambiato tanto (a partire dall’addio di Conte, passando per quelli di Hakimi e Lukaku), ma oggi può contare su giocatori e staff tecnico con ambizioni rinnovate. I nerazzurri rimangono probabilmente l’avversario numero uno da battere per centrare lo scudetto. Attenzione poi anche al Milan, che con Stefano Pioli in panchina sta continuando il suo percorso di crescita intrapreso da qualche anno: i rossoneri hanno sì perso Donnarumma e Calhanoglu, ma sono riusciti ad aggiungere al loro pacchetto giocatori di assoluta affidabilità come Maignan e Giroud. Occhi puntati anche sull’Atalanta. I bergamaschi, la cui programmazione negli scorsi anni ha rasentato la perferzione, vogliono alzare stagione dopo stagione l’asticella delle loro ambizioni. Più indietro Roma e Lazio, che però con Mourinho da una parte e Sarri dall’altra proveranno a mettere i bastoni tra le ruote ad Allegri, così come il nuovo Napoli di Spalletti, desideroso di centrare il colpo grosso.

Le probabili scelte

Le ultime amichevoli hanno dato indicazioni precise per quanto concerne gli uomini su cui Allegri vorrà puntare maggiormente nel corso della stagione. Sia chiaro, il tecnico toscano non intende scegliere undici titolarissimi, ma ha già individuato i giocatori che potrebbero essere schierati più sovente. Ma quale potrebbe essere la formazione che scenderà in campo per la prima gara ufficiale della stagione? Praticamente certa la presenza di Szczesny tra i pali. Davanti a lui la coppia BonucciDe Ligt avrà il compito di limitare Deulofeu e compagni, mentre Chiellini dovrebbe sedersi almeno inizialmente in panchina. Sugli esterni potrebbero agire Alex Sandro sulla sinistra e Cuadrado sulla corsia opposta. A centrocampo i tifosi bianconeri dovranno ancora attendere l’esordio di Locatelli: «Non sono al 100% ma mi sento abbastanza pronto per giocare. Deciderà il mister che sa meglio di chiunque altro» ha dichiarato lo stesso centrocampista bianconero nella conferenza stampa di presentazione di oggi pomeriggio. Possibile dunque che siano Bentancur, Ramsey e Bernardeschi a costituire la cerniera tra difesa e attacco. E là davanti? Allegri è intenzionato a riproporre il tridente già visto contro l’Atalanta sabato scorso: Dybala al centro dell’attacco con Chiesa sulla destra e Ronaldo a sinistra.

L’obiettivo principale, parola di Allegri

Tornare a vincere il trofeo più importante in Italia è l’intento principale della truppa di Massimiliano Allegri: «Il nostro obiettivo è vincere il campionato. La Champions League è un desiderio» aveva detto il tecnico nella conferenza stampa che aveva sancito il suo ritorno sulla panchina dei bianconeri. Ed è proprio dal campionato che la Juventus vuole ripartire per mettersi alle spalle una stagione molto complicata e tornare a fare quello che le riesce meglio: vincere.