Connettiti con noi

Juventus U23

Juventus U23, quanti segnali per Zauli: dai giocatori ritrovati alle sorprese

Pubblicato

su

Juventus U23 protagonista in amichevole contro la Pro Vercelli: tanti segnali per il tecnico Lamberto Zauli

Riavvolgiamo per un attimo il nastro. Era il 19 maggio, e la Juventus U23 veniva eliminata dalla Pro Vercelli nel secondo turno playoff. Due mesi e mezzo dopo e una rosa nettamente cambiata, la squadra di Lamberto Zauli rifila un 4-0 in amichevole alle Bianche Casacche. Amichevole estiva in cui il risultato finale ha sempre un peso relativo, ma le risposte per il tecnico della Juventus sono state più che positive.

A cominciare dall’alto livello dell’avversaria, di cui 5 su 11 titolari (Awua, Auriletto, Emmanuello, Rolando e Comi) erano presenti in campo al Piola lo scorso 19 maggio. Medesimo numero anche per l’Under 23, che ha dato spazio però a parecchie sperimentazioni, inglobando nell’undici titolare più la panchina giovani nuovi, rientri e “vecchie” conoscenze.

Juventus U23 Pro Vercelli: tanti segnali importanti per Zauli

Chiavi del gioco in mano a Giuseppe Leone. A lui la fascia da capitano della Juventus contro la Pro, a testimoniare la grande fiducia nei suoi confronti e il desiderio di valorizzare ancora di più la sua crescita dopo la sua prima stagione, la scorsa, tra i professionisti. Zauli si è affidato anche ai suoi fedelissimi, coloro che nella Seconda squadra garantiscono la giusta dose di esperienza, nonostante un’età media bassissima: Israel in porta, ma anche Felix Correia (autore del gol del vantaggio su calcio di rigore), Fagioli e Dragusin, reduci dal ritiro con la prima squadra di Allegri.

Capitolo volti ‘nuovi’. Quattro i giovani ad essere saliti dalla Primavera, che in questa stagione saranno protagonisti in Under 23: il portiere Garofani, subentrato nella ripresa ad Israel, il terzino Daniel Leo, l’attaccante Sekulov e il centrocampista Fabio Miretti, autore di uno splendido pre-campionato, tra prima squadra e gol con la Seconda squadra. Hanno bagnato il loro esordio con la Juventus i quattro nuovi acquisti Stramaccioni, Hajdari, Sersanti e Cudrig, con la 9 tatuata sulle spalle. In attesa dei prossimi colpi CLICCA QUI PER LE VISITE MEDICHE DI ZUELLI E POLI.

Chiudono il cerchio i calciatori rientrati dai prestiti. Luca Clemenza mattatore assoluto in 3′, con la doppietta a calare tris e poker. Qualità indiscusse per il classe ’97, reduce da 15 presenze, 1 gol e 3 assist quest’anno con il Sion. E poi Del Fabro, Mulé, Wesley e Vlasenko, tutti in attesa di capire cosa gli riserverà il futuro. E non c’è da stupirsi, infine, se il ruolo di finalizzatore nel secondo tempo è stato ricoperto da Mirco Lipari, anche lui tornato dal prestito con l’Empoli Primavera, dove ha vinto da protagonista lo Scudetto di categoria. L’arte di saper valorizzare il proprio vivaio.

Advertisement
Advertisement

New Generation

Advertisement

TV BIANCONERA

Advertisement