Juventus Women preparano l’esame Tavagnacco: l’arma migliore è la difesa!

salvai
© foto www.imagephotoagency.it

Solo quattro reti subite dopo nove gare di campionato: la solidità difensiva delle Juventus Women è impressionate

Juventus Women al lavoro in vista della trasferta di domenica sul campo del Tavagnacco. Anche quest’anno si giocherà al Daria Arena di Udine, il primo stadio della Serie A ad aprire i battenti al calcio femminile nella passata stagione. Le ragazze di coach Rita Guarino giocheranno il posticipo della decima giornata, con il chiaro obiettivo di tornare a casa con i tre punti e allungare la striscia di vittorie dopo i successi con Bari, Fiorentina e Sassuolo.

Miglior difesa: quattro reti subite in nove gare

Anche in questa stagione, non cominciata nel migliore dei modi ma raddrizzata con estrema forza di gruppo, le bianconere fanno leva sulla solidità difensiva. Solo quattro le reti subite finora in campionato (tre nello scontro diretto con il Milan), a testimonianza di quanto abbiano funzionato i meccanismi dalle parti di Laura Giuliani. Un dato che stacca di tanto le avversarie, a partire dalla capolista Milan (sette reti subite) e dalla Fiorentina (dieci). Cecilia Salvai (nella foto) vanta il minutaggio più alto, seguita da capitan Sara Gama che ha dovuto saltare un paio di match per noie fisiche. Pesano anche i contributi di Petronella Ekroth e Tuija Hyyrynen, quest’ultima terzino destro ma all’occorrenza impiegata al centro della difesa. La solidità difensiva delle bianconere viene garantita anche da una copertura quasi impeccabile del reparto mediano e dalla concretezza delle laterali basse, con Lisa Boattin e Aleksandra Sikora particolarmente meritevoli nei ripiegamenti.