Le verità su Keita: «Ecco perché non è andato alla Juventus»

keita
© foto www.imagephotoagency.it

Roberto Calenda, procuratore di Keita Balde Diao, svela i motivi per cui l’ex Lazio non ha scelto la Juventus ed è andato al Monaco

Il nome di Keita Balde Diao è stato accostato con forza alla Juventus nell’ultimo calciomercato. Alla fine, però, non se n’è fatto nulla e l’ex Lazio è volato in Francia alla corte del Monaco. In Ligue 1 proseguirà la carriera del calciatore finito nel mirino dei bianconeri che aveva un contratto in scadenza con la Lazio nel prossimo giugno 2018. I media sembravano dare per certo il suo passaggio alla Juventus nonostante le offerte dei tanti top club italiani, ma alla fine Lotito ha accettato gli oltre 30 milioni di euro offerti dai monegaschi.

Le verità di Calenda: «Ecco perché non è andato alla Juventus»

Quest’oggi, in una sorta di rassegna delle bugie ascoltate durante la sessione di calciomercato fatta dall’agente Roberto Calenda, procuratore di Keita, ha fatto chiarezza sul presunto accordo con la Juventus: Bugia numero uno: «Keita ha già l’accordo con la Juventus e rifiuta tutte le altre destinazioni». La verità di Calenda: «Keita per motivi professionali non accetta proposte dall’Italia e sceglie il Monaco». Prosegue: «Keita escluso dalla Supercoppa Italiana perché non sereno nell’affrontare la Juve, sua futura squadra». La verità di Calenda«Era serenissimo e infatti non è andato alla Juve, inventate di meno».

Condividi