Connettiti con noi

Lavagna Tattica

LAVAGNA TATTICA – Come Allegri sta cambiando la fase difensiva della Juve

Pubblicato

su

Con Allegri la Juve sta difendendo in modo molto diverso rispetto a prima. I dati lo dimostrano

Ieri abbiamo scritto sulla fase offensiva della Juve dopo 7 giornate. I numeri già ci danno indicazioni interessanti su come sta cambiando la fase di possesso, che ha diversi pattern tipici del calcio di Allegri. Molti cambiamenti si stanno vedendo anche quando i bianconeri stanno senza palla. A parole, sia Sarri che Pirlo volevano costruire una squadra che alzasse drasticamente intensità e baricentro del pressing, per recuperare palla in avanti. Questo esperimento non è però riuscito, con le loro Juventus che si sono caratterizzate per tante difficoltà tattiche. Il recupero avanzato del possesso non è invece mai stato una peculiarità di Allegri, che non lo ha mai né ricercato, né invocato. Lo si è visto con chiarezza fin dalla primissima partita di Udine in cui, dopo essere passata in vantaggio, la Juve si è subito arroccata dietro difendendosi con un baricentro molto basso.

A differenza di quanto avveniva ai tempi della BBC, la Juventus non ha offerto le stesse sensazioni di forza e solidità quando aspettava in basso gli avversari: anzi, ha molto sofferto per parecchie settimane, subendo molti gol (e occasioni) e faticando a guadagnare metri. Nelle ultime due partite, sembra invece che i bianconeri abbiano riacquisito solidità nelle fasi di difesa posizionale: pure nel primo tempo contro il Torino, in cui la Juve si è fatta schiacciare per la quasi totalità del tempo, i bianconeri hanno rischiato nel complesso poco.

 

I numeri ci aiutano a capire come Allegri sta caratterizzando la fase di non possesso. Oggi la Juventus è all’undicesimo posto per indice PPDA più alto: in pratica, è l’undicesima squadra della Serie A che concede più passaggi prima di intraprendere un’azione difensiva. Un dato che è conseguenza di numerosi momenti passati ad aspettare l’avversario, rinunciando a contendere il possesso. Inoltre, secondo il sito FBREF, la Juve è addirittura l’ultima squadra della Serie A per azioni di pressing nel terzo di campo avversario.

Insomma, Allegri per ottenere solidità sta scegliendo di avere un atteggiamento prudente e attendista. Vedremo se questo approccio pagherà a fine stagione.