LAVAGNA TATTICA – Come Chiesa si inserisce nel 3-2-5 della Juve di Pirlo

chiesa juve pirlo
© foto Twitter FC Juventus

Federico Chiesa è un calciatore con le caratteristiche che servono alla Juve. C’era bisogno di un esterno come lui

Un giocatore funzionale

E’ legittimo avere dubbi sulla valutazione economica di Chiesa. Soprattutto in un’estate in cui si sono mossi esterni di grande livello, con esperienza nei palcoscenici internazionali, per cifre più basse. Inoltre, alla luce delle difficoltà con cui la Juve negli ultimi anni ha provato a liberarsi di ingaggi pesanti, suscita anche qualche incognita lo stipendio di Chiesa: nel caso non dovesse ingranare, non sarà facile cedere un giocatore che guadagna una cifra vicina ai 5 milioni di euro. Lo si è visto con Bernardeschi, Rugani e De Sciglio.

Passando al campo, non si può comunque non rilevare come la Juve abbia preso un giocatore che, oltre a essere un pallino di Paratici e Pirlo, rappresenta un profilo funzionale per il calcio che ha in mente l’allenatore. Insomma, si sono acquistati profili coerenti con il modulo e lo scaglionamento che intende applicare il tecnico bresciano.

Esterno a tutta fascia

Come abbiamo scritto più volte, la Juve di Pirlo si difende con un 4-4-2 che diventa un 3-2-5 in fase di possesso. Un terzino si alzare per dare ampiezza, mentre l’altro (Danilo nelle partite viste fin qui) resta bloccato sulla stessa linea dei difensori. Rispetto a Sarri, la Juve occupa tutto il campo in ampiezza e cerca frequentemente i cambi di gioco sui quinti: c’è sempre un riferimento largo, per poter allargare il campo con giocate a memoria.

Di conseguenza, sono necessari esterni dal grande apporto offensivo. Giocatori incisivi in zona di rifinitura, che sappiano saltare l’uomo, generare superiorità numerica e mettere palloni pericolosi in mezzo. Proprio in queste zone, la Juve di Pirlo aveva le incognite maggiori visto che mancano quinti con grandi qualità in zona di rifinitura. Soprattutto a sinistra, dove Alex Sandro ha perso la spinta e l’apporto offensivo di qualche anno fa. A destra Cuadrado dà qualche garanzia in più, ma comunque la Juve ha laterali non certo paragonabili a quelli dei top team (Robertson, Davies, Alexander-Arnold, Chilwell o lo stesso Hakimi, giusto per fare degli esempi).

Inoltre, mancano anche ricambi sia per Cuadrado che per Alex Sandro, di conseguenza un esterno era necessario anche solo dal punto di vista numerico.

Dove giocherà Chiesa

Come abbiamo scritto nella scheda su Federico Chiesa, l’ormai ex Fiorentina è un calciatore che soffre gli spazi ingolfati, fatica quando entra dentro al campo: non è un giocatore particolarmente pulito nel fraseggiare a pochi tocchi con i compagni, e patisce quando non ha abbastanza campo per partire in progressione. E’ un calciatore se vogliamo più specifico: deve occupare l’ampiezza e giocare vicino alla linea di fondo, dove può puntare l’avversario ed avere riferimenti chiari.

D’altronde, tutti i suoi ultimi allenatori lo stanno utilizzando così. Gioca esterno destro a tutta fascia nel 3-2-5 sia nell’Italia di Mancini che nella Fiorentina di Iachini. La posizione che verosimilmente avrà anche alla Juve con Pirlo.

Il 3-2-4-1 dell’Italia, con Chiesa largo.

Chiesa, apprezzato da tutti i suoi allenatori per la mentalità da professionista di livello, è un giocatore intenso e aggressivo. Qualità da non sottovalutare in una Juve che negli scorsi anni ha spesso giocato a ritmi molto bassi.

Sarà interessante vedere se giocherà solo a destra (in alternanza con Cuadrado) o se invece Pirlo lo impiegherà anche a sinistra. Ci sono infatti incognite sull’apporto offensivo di Alex Sandro, di conseguenza sperimentare Chiesa su quel lato può essere una buona idea.

Insomma, la Juve di Pirlo sembra il sistema migliore per esaltare le sue caratteristiche. Come si è visto anche in queste prime giornate con la Fiorentina, Chiesa si esalta quando viene servito in situazioni dinamiche e può puntare l’avversario. Pirlo spera che, con il nuovo acquisto, la Juve possa dare un salto di qualità in zona di rifinitura.

Condividi