Connettiti con noi

Lavagna Tattica

LAVAGNA TATTICA – Danilo a sinistra: perché può essere una buona idea

Pubblicato

su

Ascolta la versione audio dell'articolo

Ecco perché può essere una buona idea spostare Danilo a sinistra. Analisi tattica

Dal punto di vista dello schieramento, alcuni pattern della Juve di Allegri sono Stati abbastanza fissi in questo avvio di stagione. In fase di possesso, vediamo spesso un 3-5-1-1 in cui Danilo resta bloccato (spesso anche troppo) vicino ai difensori centrali, mentre il terzino sinistro (di solito Alex Sandro) si alza molto per dare ampiezza. Questa posizione più stretta e ibrida di Danilo non è certo una novità, l’avevamo vista per tutta la stagione con Pirlo. D’altronde, il brasiliano non è il classico laterale che ara la fascia e deve ricevere vicino alla linea di fondo. La sua tecnica fuori dal comune si vede quando può giocare dentro al campo: si vede chiaramente l’eredità tattica di Guardiola, un calcio dove i laterali occupano posizioni spesso molto interne (e spesso Danilo sembra un mediano aggiunto). Con il tecnico bresciano, a volte Danilo aveva giocato anche a sinistra: in quel caso, l’asimmetria cambia perché è il terzino destro (Cuadrado) che si alza per dare ampiezza. A mio avviso, si tratta di una soluzione che sarebbe interessante da riproporre.

Prima di tutto, perché sposterebbe De Ligt dal centro-sinistra al centro-destra, ossia una zona in cui l’olandese di solito fa meglio. E poi, perché si darebbero più soluzioni anche alla fascia sinistra, visto che oggi la Juve catalizza il gioco a destra. Finora Allegri non è riuscito a inserire i calciatori più forti dal primo minuto: basti solo pensare al l’alternanza Cuadrado-Chiesa, mai dal primo minuto. Con Danilo a sinistra, si potrebbe spostate l’italiano su quel lato e lasciare il colombiano a destra.

Questa soluzione potrebbe aiutare Chiesa su quel lato. La mezzala (l’ideale sarebbe Rabiot se si riprendesse) potrebbe anche aprirsi in ampiezza per fare stringere l’italiano, senza costringerlo a ricezioni solo larghe. Inoltro, Danilo può aiutare molto il palleggio sganciandosi in avanti, formando triangoli e buone rotazioni.

In una Juve fin qui sterile e con evidenti problemi in entrambe le fasi, Allegri deve cercare di schierare i migliori calciatori contemporaneamente in campo. La presenza di Danilo a sinistra può essere una buona soluzione in entrambe le fasi