Connettiti con noi

Lavagna Tattica

LAVAGNA TATTICA – Dribbling e tanti tocchi: Dybala catalizza il possesso della Juve

Pubblicato

su

Ascolta la versione audio dell'articolo

Dybala ha iniziato alla grande la stagione. L’argentino si prende tante responsabilità nella manovra della Juve

In una Juve fin qui con tante difficoltà e spesso statica in fase di possesso, Dybala si sta rivelando il principale faro della manovra offensiva. La Joya è spesso l’unica pedina in grado di accendere e dare qualità alla rifinitura. Oltre a essere, dopo Cuadrado, il calciatore con più passaggi chiave di tutta la squadra e quello con più Expected Assist totali, l’argentino è per distacco il calciatore bianconero che effettua più tocchi nel terzo di campo avversario: 28.2. Dietro di lui c’è Cuadrado con 26, che distanza abbastanza Chiesa (in terza posizione) con 21.7.

Questi dati dicono molto. Con una nuova centralità dopo il ritorno di Allegri, oggi Dybala non è solo un grande calciatore, ma sta tentando di essere un leader tecnico. Alla Juve manca in effetti un po’ di estro tra le linee, calciatori che diano ordine e qualità all’intera fase offensiva. La presenza di Dybala esalta anche i comapgni. Ne abbiamo avuto un esempio nel finale di Inter-juve: dopo più di un’ora in cui i bianconeri creavano poco o nulla a causa di una fase di possesso molto rigida, l’ingresso della Joya ha drasticamente cambiato la rifinitura bianconera. Con lui in campo, la Juventus ha iniziato improvvisamente a cercare il fraseggio, con più tecnica, imprevedibilità e voglia di dialogare.

Che l’ex Palermo sia in fiducia lo si vede anche dal dato dei dribbling. Dybala è per distacco il calciatore della squadra che salta più volte l’uomo: 2.4 ogni 90′ su un totale di 3.4 dribbling tentati. Insomma, prova spesso la giocata difficile, è uno dei pochi in grado di rompere gli schemi e di dare imprevedibilità. L’aspetto negativo è che  la squadra non sembra ancora in grado di esaltare al meglio la sua incisività in zona gol. Dybala tocca tanti palloni e fa spesso tirare in porta un compagno, ma la Joya conclude poche volte da posizioni pericolose: soltanto 0.20 Expected Goals per 90′. Stiamo vedendo finalmente un Dybala cruciale per la squadra, ma la Juve – attraverso un baricentro più alto e un atteggiamento più propositivo – deve cercare di farlo tirare più volte in zone dove possa fare male.