Connettiti con noi

Lavagna Tattica

LAVAGNA TATTICA – Juve Villarreal: è andata davvero bene ai bianconeri?

Pubblicato

su

Ascolta la versione audio dell'articolo

Il Villarreal sarà l’avversario della Juve di Allegri negli ottavi di finale di Champions. Ecco perché è una squadra da non sottovalutare

In una turbolenta giornata di sorteggi, alla fine l’urna di Nyon ha consegnato il Villarreal di Emery alla guida di Allegri. Per quanto la condizione di classifica della squadra spagnola oggi non sia ottimale (tredicesimi), si tratta di una formazione di assoluto valore. Hanno vinto la scorsa Europa League, sono andati vicini a battere il Chelsea in Supercoppa e hanno superato un girone difficile, facendo ottime partite contro United e Atalanta. Si tratta di una squadra duttile, con caratteristiche che possono mettere in difficoltà la Juve. È una formazione in diverse cose abbastanza vicina allo stereotipo di calcio spagnolo: hanno un’uscita da dietro molto insistita ed elaborata, con calciatori intelligentissimi e puliti tecnicamente. Finora il pressing alto della Juve è stato quasi sempre lacunoso, con i bianconeri in difficoltà nel recupero palla.

C’é il rischio di una partita in cui stia tanto l’avversario con il controllo del possesso. Inoltre, è anche una squadra che non disdegna prolungate fasi di difesa posizionale. Si difendono con un blocco molto basso e compatto che concede pochi spazi agli avversari. Emery d’altronde è bravissimo nel preparare la gara sulle caratteristiche avversarie, come avvenuto nella scorsa finale di Europa League. Il Villarreal era stato basso ma era riuscito a imbrigliare con efficacia la fase offensiva di Solskjaer.

Una Juve che fin qui ha grossi problemi offensivi rischia quindi di essere sterile contro gli spagnoli, c’è bisogno di quindi maggiore velocità di circolazione.  Per quanto la priorità fosse evitare il PSG, non va sottovalutato il Villarreal, squadra sia tecnica che solida. C’è molto tempo da qui a febbraio ma la Juve deve prepararsi a un avversario molto difficile.