Connettiti con noi

Lavagna Tattica

LAVAGNA TATTICA – Le chiavi di Juve Parma: cosa ci si aspetta da Cuadrado

Pubblicato

su

La Juve si gioca molto contro il Parma. Ecco perché Ramsey e Cuadrado saranno decisivi questa sera

In una giornata in cui si parla di tutto tranne che di calcio giocato, la Juve deve cercare di reagire prontamente al crollo contro l’Atalanta, nel tentativo di non mollare la corsa per il quarto posto. L’impegno contro il Parma di D’Aversa è sulla carta agevole, anche se sappiamo bene come nel corso della stagione i bianconeri abbiano effettuato numerosi passi falsi contro le piccole. Questa sera dovrebbe tornare Ronaldo dal primo minuto. in coppia con Dybala, qualcosa che abbiamo visto pochissimo nel corso della stagione. Come abbiamo scritto molte volte, la Joya e il portoghese sono un tandem offensivo molto atipico, che gode di tanta libertà tattica: svariano molto a tendono a svuotare il centro dell’attacco.

Contro il Parma, i bianconeri affronteranno una squadra molto chiusa, che si contraddistingue per una difesa bassa e rapidi attacchi in transizione. La Juve dovrà quindi essere brava ad attaccare una difesa schierata e a proteggersi bene nelle ripartenze rivali. Da quel che trapela, dovrebbe tornare Ramsey dal primo minuto: il gallese viene da mesi profondamente negativi e sembra che difficilmente possa rimanere in estate. Le sue doti però saranno fondamentali questa sera. Con Dybala e Ronaldo che spesso svuotano l’area di rigore, è necessario avere giocatori bravi ad attaccare gli spazi, in grado di buttarsi dentro. In questo, l’ex Arsenal dovrà dare incisività sia nella rifinitura, che

juve cuadrado

Inoltre, senza Chiesa, sulle fasce esterne sarà Cuadrado il principale sfogo della Juve (visto che sull’altro lato agirà Alex Sandro). A differenza di quanto visto in partite come nel derby e nel match contro la Dea, in cui il colombiano era servito quasi da fermo e doveva crearsi la superiorità numerica praticamente da solo, la Juve dovrà imbeccarlo bene. La circolazione dovrà essere rapida per poi imbeccare l’ex Fiorentina sul lato debole. Insomma, serve più incisività negli ultimi metri.