Lippi: «De Ligt è molto forte. Ero convinto che Dybala sarebbe rimasto»

© foto www.imagephotoagency.it

Marcello Lippi, ex allenatore della Juve, parla della squadra bianconera tra Serie A e Champions League: le parole

Ai microfoni de La Gazzetta dello Sport, Marcello Lippi parla di Juve tra Serie A e Champions.

SCUDETTO«Sarà un discorso tra Juve, Inter e Napoli. Nettamente superiori. Con alternative in tutti i reparti, soprattutto la Juve che ha due titolari per ruolo come nessuno in Europa».

DE LIGT«De Ligt è un grande, molto forte di testa. Sarri voleva inserirlo gradatamente, farlo studiare con i mostri sacri: l’infortunio di Chiellini ha accelerato i tempi».

DYBALA – «Ero sicuro che Dybala sarebbe rimasto, può giocare in tutti i ruoli dell’attacco: attaccanti così servono, vedi il Liverpool».

ALLEGRI«L’ho sentito, era sereno, ha fatto cose molto importanti. Si prenderà un anno sabbatico e tornerà».

CHAMPIONS«Da qualche anno la Juventus è nel gruppo delle 4-5 favorite: la vincente uscirà da qui. In seconda fila ci sono anche Inter e Napoli. Poi subentrano i famosi dettagli, la casualità, la Juve che arriva ai quarti con l’Ajax senza titolari importanti e lì salta tutta la programmazione».