Connettiti con noi

Esclusive

Maccarone: «La Juve ha ribaltato la stagione, ma senza titoli…» – ESCLUSIVA

Pubblicato

su

Maccarone è intervenuto in ESCLUSIVA ai microfoni di JuventusNews24: di seguito le sue parole sulla situazione in casa Juve

Massimo Maccarone è intervenuto in esclusiva ai microfoni di JuventusNews24 per analizzare la situazione in casa Juventus e per parlare del possibile futuro della squadra di Allegri: di seguito tutte le sue dichiarazioni.

La Juve ha battuto la Fiorentina e conquistato la finale di Coppa Italia: risultato giusto il 3-0 complessivo maturato per quanto visto nel doppio confronto con i viola?

«Secondo me non è stato un risultato giusto perché la Fiorentina ha fatto due buone partite, soprattutto all’andata. Non ci stanno i tre gol di differenza nel doppio confronto, poi che la Juve possa passare il turno sicuramente sì: hanno dimostrato di saper sfruttare meglio le occasioni e di avere in questo momento i giocatori giusti per risolvere le partite».

Chi è la favorita per la finalissima in programma a Roma?

«Non ho una favorita, anche perché sono partite secche e può davvero succedere di tutto. Poi bisogna vedere da qui alla finale come arrivano le due squadre, perché l’Inter è impegnata a mantenere la testa della classifica e la Juve deve consolidare il quarto posto. Bisogna vedere come arrivano in quella partita, perché poi le partite secche sono sempre difficili da pronosticare».

In caso di mancato successo in Coppa Italia in molti etichetterebbero come fallimentare la stagione della Juve: lei è dello stesso avviso?

«Un anno senza titoli per la Juve è strano, sono ormai tanti anni che non succede. La Juve è un grande club, hanno sempre la pretesa e il dovere di vincere qualcosa, e non vincere può essere una delusione. Però per come era iniziata la stagione è arrivata in una finale di coppa. Tutte le annate sono diverse l’una dall’altra: se dovessero fallire in Coppa Italia dovrebbero ricostruire maggiormente a partire dall’anno prossimo».

Da inizio stagione a oggi nota miglioramenti nella Juve nel suo complesso o vede una squadra ancora troppo in difficoltà?

«A livello di gioco è un po’ più in difficoltà, ma questo è anche il metodo di Allegri che è giusto a suo modo. Il metodo di Allegri è sempre stato questo, anche negli passati dove aveva probabilmente giocatori diversi che l’hanno portato ai successi. Io penso che quest’anno la Juve ha avuto grandi difficoltà all’inizio, poi ha reagito bene e si è ricompattata ribaltando la stagione, anche perché fino a tre o quattro mesi fa si pensava che la Juve non sarebbe mai arrivata in Champions. Quindi sicuramente qualcosa di positivo negli ultimi mesi è stato fatto».

Com giudica i primi mesi in bianconero di Dusan Vlahovic? È partito forte, poi ha un po’ rallentato…

«Vlahovic è partito fortissimo, poi ci può stare che un attaccante abbia periodi in cui segna di meno. Comunque è un giocatore importante, secondo me è stato un grande acquisto per il futuro della Juve. Ha grandi potenzialità, margini di miglioramento e ha tutto per diventare un top player in Europa e per la Juve. Sicuramente bisognerà affiancargli qualcuno, perché come in ogni stagione tutti gli attaccanti possono avere dei cali, ma penso sia stato un grande acquisto».

Come si sostituisce un giocatore come Dybala? Si parla tanto di Zaniolo, Raspadori… sono profili da Juventus?

«Riguardo a Dybala sono dispiaciuto, perché quando un giocatore del genere lascia un club dopo tanti anni e grandi successi è sempre un dispiacere. Poi non voglio entrare nel merito delle dinamiche con le quali si è arrivati a questo punto, perchè bisogna sempre essere dentro le situazioni per capirlo. Sostituti? I nomi di Zaniolo e Raspadori sono profili interessanti e importanti, che possono anche loro crescere molto e dare un contributo alla Juventus».

Cosa si aspetta da queste ultime partite in campionato da parte della Juventus? Al di là del dichiarato obiettivo quarto posto

«Penso che dovranno confermarsi in campionato, perché le vittorie portano entusiasmo e tenuto conto anche della finale di Coppa Italia che hanno da disputare arrivare con delle vittorie ti porta una autostima diversa. Poi se il mister vorrà fare delle prove o adottare delle soluzioni diverse in vista anche della prossima stagione penso che solo lui lo potrà giudicare».

Chi vince questo scudetto?

«Penso che questo campionato lo vincerà l’Inter. Se la giocano Inter e Milan: l’Inter mi sembra leggermente favorita sia per il vantaggio sia per il calendario, che propone partite più abbordabili rispetto al Milan. Conterà anche l’esperienza? Sì, quello aiuta sempre, ma una volta che arrivi a poche giornate dalla fine e hai da andare a prendere un obiettivo serve più l’entusiasmo. In questo momento l’Inter ce l’ha a favore, soprattutto dopo la partita con la Juve, quindi è difficile che possano riperdere lo svantaggio. Da qui alla fine del campionato può anche vincerle tutte».

Si ringrazia Massimo Maccarone per la disponibilità e la cortesia dimostrata in occasione di questa intervista

Copyright © Juventus News 24 – Registro Stampa Tribunale di Torino n. 45 del 07/09/2021 - Iscritto al Registro Operatori di Comunicazione al n. 26692 Editore e proprietario: Sportreview S.r.l. Sito non ufficiale, non autorizzato o connesso a Juventus Football Club S.p.A. I marchi Juventus e Juve sono di esclusiva proprietà di Juventus Football Club S.p.A.