Mancini: «Siamo arrivati in ritardo. A volte ci si crede inarrivabili dalle malattie…»

mancini-oriali
© foto www.imagephotoagency.it

Roberto Mancini, ct dell’Italia, ha rilasciato un’intervista a Che Tempo Che Fa, parlando dell’emergenza Coronavirus

Il ct dell’Italia, Roberto Mancini, è intervenuto nella trasmissione ‘Che Tempo Che Fa’ su Rai Due, parlando dell’attuale situazione in Italia in seguito all’emergenza Coronavirus. Di seguito riportate le sue dichiarazioni.

MANCINI – «Non stiamo bene, è un momento difficile per tutto quello che sta accadendo purtroppo in Italia. Siamo arrivati un po’ tutti in ritardo, non solo noi del calcio. A volte si crede di essere inarrivabili dalle malattie, perché i ragazzi sono giovani. Quello che sta accadendo a Bergamo e a Brescia è terribile. Bisogna avere rispetto dei medici, anche prima che certe cose accadano: qui abbiamo i migliori in assoluto, e ve lo dico io che ho lavorato all’estero. Quando questa storia sarà finita vorrei organizzare una partita tra Nazionale, maschile o femminile, contro medici e infermieri, magari proprio a Bergamo, Brescia o Milano».