Marchisio: «Messi? Lo avrei voluto alla Juve. Milan? Ci hanno provato» – VIDEO

Le parole di Claudio Marchisio nel corso della sua intervista a Fanpage. Tante rivelazioni e non solo

A tutto Claudio Marchisio! L’ex centrocampista della Juventus ha risposto a tante domande, ai microfoni di Fanpage.it. Ecco le sue dichiarazioni.

CARRIERA – «Ho avuto una carriera bellissima, un sogno diventata realtà, perché ho giocato per la mia squadra del cuore e ho vinto tanti trofei».

JUVENTUS – «Per me è stata una seconda famiglia, dal ’93. E’ stata la prima maglia indossata e praticamente non l’ho mai tolta dal primo borsone che ho ricevuto, sembrava il giorno di Natale a settembre. E ce l’ho ancora».

GINOCCHIA – «Si parla di infortuni, sono i rischi del mestiere ma sono le stesse che mi tengono su adesso, pronto per raggiungere nuovi traguardi».

ALLENATORE – «Me lo chiedono spesso ultimamente ma non lo vedo nel mio futuro».

TORNA ALLA JUVE – «In realtà sono sempre stato della Juve. Mi sento sempre alla Juve, vedremo se in futuro ci sarà l’occasione ma conta anche quello che uno ha lasciato non solo come presenze e vittorie ma anche cosa hai lasciato ai tifosi».

BARBA – «Mi lego a Pirlo, è lui che ha fatto partire la moda della barba, almeno alla Juventus, e ora non riesco più a toglierla».

NAZIONALE – «Amore infinito, è l’aspirazione maggiore di un giocatore».

MERCATO – «In questa finestra è stato particolare, con alcuni calciatori che non sapevano se continuare con la loro squadra. Ancora non è esploso. Sarebbe stato bello vedere Messi e Ronaldo nel nostro campionato, ancor meglio se avessero indossato la maglia della Juve».

PIRLO – «Ho condiviso gioie importantissime, gli devo un’infinità di assist per i gol che ho fatto, ci sentiamo ancora spesso. E’ stato un grandissimo calciatore e compagno di squadra, ora inizia un nuovo percorso».

DYBALA – «Con lui ho legato molto, sono contento di essere stato per lui un riferimento nello spogliatoio ma anche fuori. Reputo fuori uno dei giocatori più forti in circolazione, potrà vincere il Pallone d’Oro e mi auguro che possa vincere la Champions con Pirlo».

MILAN – «Ha una storia incredibile. Ci sono state delle avance da parte loro e ho sempre detto, prima di iniziare con la Juve, che avrei potuto cedere sarebbe stato il Milan. Ma non ho ceduto».

LEGGI ANCHE: Chiellini e Marchisio insieme con Mate, l’agenzia di comunicazione dei campioni

Condividi