Mercato Juve: Emre Can Borussia, storia di un affare annunciato. Le cifre

© foto www.imagephotoagency.it

Emre Can lascia la Juve dopo una stagione e mezza. Il Borussia lo ha voluto fortemente, non arriverà un sostituto

La storia tra Emre Can e la Juventus è finita dopo una stagione e mezzo. Frutto di una semplice valutazione tecnica che lo aveva già escluso dalla lista Champions a inizio stagione. Il centrocampista tedesco, ingaggiato a parametro zero nell’estate del 2018, era il più lontano dal nuovo progetto tattico di Sarri, che non lo vedeva da mezzala (a differenza di Bernardeschi) ma solo un buon interno di centrocampo non fondamentale nell’idea remota di un centrocampo a quattro.

TRATTATIVA – Emre Can nelle prossime ore tornerà in Germania, il Borussia lo ha voluto fortemente. Tant’è che dopo una prima offerta a ribasso da 18 milioni più bonus, a fronte dei 35 richiesti dalla Juve, i tedeschi lunedì si erano presentati con un primo rilancio a 22 più bonus. I bianconeri non avevano alcuna esigenza di cedere il giocatore, se non di fronte a un’offerta congrua. Il centrocampista, dal canto suo, aveva già raggiunto l’accordo e aveva tutte le intenzioni di tornare in patria per rimettersi in corsa in ottica Europei.

AFFARE FATTO – L’ultimo assalto decisivo a 28 milioni più bonus: la Juve dovrebbe incassare facilmente i primi due e raggiungere quota 30, più difficili gli altri due che lieviterebbero l’operazione a 32. La cessione di Emre Can non porterà all’acquisto di sostituti: sarà Bernardeschi a trovare maggiore spazio nelle rotazioni a centrocampo.