Connettiti con noi

Hanno Detto

Moggi a Report: «Fummo indagati per una plusvalenza di 5 milioni. Inter, Milan e altre no»

Pubblicato

su

Ascolta la versione audio dell'articolo

Moggi a Report: l’intervista dell’ex dirigente della Juventus sul caso plusvalenze e Calciopoli

Luciano Moggi ha rilasciato un’intervista a Report, su Rai 3.

Le parole dell’ex Juventus.

PLUSVALENZE  – «Se fai una plusvalenza rimandi solo il debito che ti ritrovi negli anni dopo. Noi fummo indagati per una plusvalenza di 5 milioni, la Juve che venne sollecitata dalla Lega calcio per aiutare la Fiorentina che stava fallendo e venne comprato Moretti. C’erano squadre che facevano 200 e oltre milioni e voi le conoscete tutte, come Inter, Milan, Roma. Le procure di quei posti lì hanno archiviato la cosa in pochissimi mesi. La nostra sentenza è durata due anni con 5 milioni fin quando non venne fatta querela contro ignoti dalla Juventus. Gli ignoti eravamo io, Bettega e Giraudo. Il club fece patteggiamento verso gli infedeli e la sentenza finì con il fatto che non sussiste».

CALCIOPOLI – «C’era un sistema Moggi, si diceva, che consisteva nel condizionare il campionato. Ma come facevo a condizionarlo se avevo tutti contro? Poi il giudice del tribunale di Napoli dice che il progetto doveva essere fatto al calcio in generale».