Montero: «Cavani o Suarez? Parliamo di due mostri, ecco chi preferisco»

Iscriviti
montero
© foto www.imagephotoagency.it

Paolo Montero parla del momento della Juventus, tra il calciomercato ed il cambio in panchina: le parole dell’ex difensore

Paolo Montero, ai microfoni di Sky Sport, ha parlato del momento della Juventus. Ecco le sue parole.

PIRLO«Da tifoso, nessuno se lo aspettava. Mossa di un’intelligenza straordinaria. Pirlo è amato da tutta l’Italia, è una persona silenziosa, in gruppo è simpatico e ha molto carisma. Zidane ha avuto il vantaggio di essere secondo di Ancelotti, però Pirlo ha lo stesso carisma di Zizou, non ha bisogno nemmeno di parlare. Ci sono dei leader che con noi hanno convissuto il 2006, la finale dell’Europeo con la Spagna, hanno vissuto cose importanti con lui. La cosa più importante è che si parla bene di lui come uomo».

CAVANI O SUAREZ«Stiamo parlando di due mostri. Per il gioco di Ronaldo, serve più una punta che ti porta via i centrali come Suarez. I migliori anni di Ronaldo sono stati quelli con Benzema in avanti. Cavani conosce già la Serie A? A quei livelli ti adatti subito, ci sono dei valori umani altissimi. I tifosi del Napoli si arrabbierebbero? Sono passati degli anni, il problema è che quando arrivi in un posto e dici amare una maglia. Non vendo il fumo, bacio lo Scudetto: io amo la maglia della Nazionale e del Penarol, voglio tanto bene alla Juve e all’Atalanta. Se lui andasse alla Juve, non vedrei alcun problema con i tifosi».

ALLENARE LA JUVE – «Troppo lontano, io sono realista e adesso non ci penso. Nemmeno tra quattro anni. Magari non arriverà mai ma sono molto felice di essere tornato in Italia e ringrazio soprattutto la Sambenedettese. Sono pronto per sostenere la tesi e spero di fare un grande campionato».

Condividi