Montero: «Grande delusione, dobbiamo crescere ma alla Juve conta vincere»
Connettiti con noi

Hanno Detto

Montero: «Grande delusione, dobbiamo crescere ma alla Juve conta vincere»

Pubblicato

su

Montero: «Grande delusione, dobbiamo crescere ma alla Juve conta vincere». L’intervista dopo la sconfitta con la Lazio in Coppa Italia

(Mauro Munno inviato a Vinovo) – Montero ha rilasciato un’intervista dopo la sconfitta di misura della Juventus Primavera contro la Lazio che ha sancito l’eliminazione dei bianconeri dalla Coppa Italia.

DELUSIONE E ANALISI – «E’ una delusione grande perché quando siamo qua dobbiamo puntare a tutto, però non possiamo perdere la nostra realtà. Abbiamo affrontato la seconda squadra del campionato, una squadra tosta e fisica. Però io sono convinto che noi ci siamo confrontati molto bene in tutti gli aspetti. Loro non hanno creato tante gol, quasi nessuna. Queste sono partite che a noi servono. Quando sono così chiuse e ci sono poche occasioni gol sono i minimi particolari a fare la differenza. Come nel gol, una palla ferma e una distrazione. Se fai il calcolo le giocate più pericolose le abbiamo create noi con cross e combinazioni. Sono molto contento di come ha giocato Grosso che da un po’ non giocava e oggi l’ha fatto di grande livello. Come entrano Scienza e Firman sono aspetti per noi di crescita, quello che cerchiamo e che è l’obiettivo dei dirigenti. Noi come allenatori dobbiamo aiutarli a crescere e penso si stia facendo».

GRELAUD E MAZUR – «Noi abbiamo vietato di parlare di età, però sono 2007 e hanno giocato contro una squadra di 2004. Fisicamente li abbiamo visti, pensate A 3 anni di differenza. Sono i ragazzi del futuro della Juventus. Nell’Under 17 ci sono altri venuti con noi e hanno tanta qualità . L’importante, come fa la Next Gen, è che quando hanno bisogno i ragazzi nostri devono essere preparati per fare quel salto lì come successo ad Anghelè quest’anno e l’anno scorso ad altri. Questo è il nostro lavoro, fare quello che chiedono i dirigenti che puntano più sulla crescita. Stando qua bisogna crescere cercando di vincere, non è solo crescere. Siamo sempre la Juventus e dobbiamo vincere».

LE ASSENZE HANNO PESATO – «No, è stata una partita chiusa. Io non ho visto quelli che hanno sostituito dell’altro giorno col Frosinone. Non dimentichiamoci che questo è un altro avversario. Siamo alla giornata numero 12 e sono secondi in classifica vincendo col Milan, squadra fortissima che lotterà per il titolo, e con altre squadre che lotteranno per i playoff. Io sono molto felice per come hanno affrontato questa squadra che lotterà anche per il titolo per la sua maturità. Hanno anche un mister bravo che ha vissuto altre esperienze».

Copyright 2023 © riproduzione riservata Juventus News 24 – Registro Stampa Tribunale di Torino n. 45 del 07/09/2021 - Iscritto al Registro Operatori di Comunicazione al n. 26692 Editore e proprietario: Sport Review S.r.l P.I.11028660014 Sito non ufficiale, non autorizzato o connesso a Juventus Football Club S.p.A. I marchi Juventus e Juve sono di esclusiva proprietà di Juventus Football Club S.p.A.