Connettiti con noi

News

Mourinho-Juve, scintille in vista: da “Zeru tituli” alle tre dita di Old Trafford

Pubblicato

su

Mourinho Juve, scintille in vista: da “Zeru tituli” alle tre dita di Old Trafford. La rivalità tra il neo tecnico della Roma e i bianconeri

L’annuncio di José Mourinho come nuovo allenatore della Roma ha colto tutti in contropiede. Mou torna in Serie A dopo oltre dieci anni per sedere sulla panchina giallorossa: personaggio istrionico, carismatico, amato e odiato (soprattutto dai tifosi della Juventus). La rivalità tra lo Special One e i bianconeri è un qualcosa che inevitabilmente si andrà a riaccendere nella prossima stagione.

Gli episodi che raccontano l’astio tra le parti sono molteplici: dallo sfottò degli “zeru tituli“, passando per le maliziose e pungenti polemiche arbitrali: «Area con venticinque metri ce n’è solo una in Italia». Ma le provocazioni non sono limitate al suo periodo interista. «Io sono il tipo di persona che si dedica forse troppo alla sua squadra per allenare una rivale, non posso allenare la Juve dopo aver vestito la maglia dell’Inter», spiegava quando era alla guida del Real. Saranno punture anche nel 2018, durante Manchester United-Juve Mourinho mima il gesto delle tre dita per rinfacciare il Triplete nerazzurro al settore ospite di Old Trafford. Poi la dichiarazione post gara: «Ovviamente gli juventini non sono innamorati di me. Il momento più duro per loro è stato il nostro Triplete. Ma con giocatori, staff tecnico e direttivo c’è rispetto totale». Nella gara di ritorno allo Stadium saranno solo cori di sfottò e insulti per Mou che risponde al solito in maniera beffarda e provocatoria con la mano sull’orecchio.