Connettiti con noi

News

Pagelle Lazio Juve: De Ligt e Bonucci dominano dietro VOTI

Pubblicato

su

Ascolta la versione audio dell'articolo

I voti e i giudizi ai protagonisti del match, valido per la 13ª giornata di Serie A: pagelle Lazio Juve

I voti e i giudizi ai protagonisti del match della 13ª giornata di Serie A: pagelle Lazio JuveLA CRONACA DEL MATCH

 

 

Szczesny 6 – Mai chiamato in causa.

Danilo sv Dal 15′ Kulusevski 6 – Con lui in campo la Juve riesce a ribaltare meglio il campo, anche se sbaglia alcune ripartenze potenzialmente letali. Cresce molto nel secondo tempo.

Bonucci 7.5 – Sblocca la partita con un rigore perfetto ed è sicuro al centro della difesa.

De Ligt 7– La Lazio è sterile in avanti, con l’olandese che banchetta dentro l’area. Da un suo recupero su Muriqi nasce la ripartenza che porta al secondo gol.

Pellegrini 6 – Non un buon inizio, soffre molto sul suo lato e perde diversi palloni. Poi cresce, con la Lazio che concentra i propri attacchi sull’altro lato.

Cuadrado 6 – Meno brillante del solito, con qualche disimpegno errato. Resiste però contro Zaccagni e non soffre molto.

Locatelli 6.5 – Non inizia bene ma cresce molto con il cambio modulo. Solido senza palla, prezioso in impostazione. Si smarca bene, i compagni lo trovano libero e ha sia tempo che spazio per allargare il gioco.

McKennie 6.5 – Gara soprattutto difensiva ma effettua anche buoni smarcamenti sul centro-destra. Ne è un esempio quello che porta all’occasionissima di Morata. Cala nella ripresa.

Rabiot 6.5 Attento in fase difensiva e quando gli spazi aumentano con le sue corse buca in due la Lazio.

Chiesa 6.5 Fatica ad entrare nel vivo del gioco nel primo tempo. Dopo il cambio modulo, fa l’esterno basso senza palla. Nella ripresa, semina invece il panico con tante corse in campo aperto. Si procura poi il rigore.

Morata 6 – Non una gara semplice per lui, con la Juve bassissima. C’è sempre tanto campo da coprire. Si procura il rigore ed effettua qualche buona corsa in campo aperto. Cala molto nella ripresa con tanti errori tecnici. Dal 74′ Kean 6.5 Dà verticalità quando gli spazi aumentano. Sfiora più volte il gol.

Allegri 6.5 – La Juve inizia male ma il cambio di modulo sistema la squadra.  I bianconeri si difendono bene e rischiano poco.