Pagelle di Napoli-Juventus

khedira
© foto www.imagephotoagency.it

Pronti via, Juve in gol con Khedira in combinazione con Pjanic, squadra attenta, compatta, linee strette in un primo tempo senza troppi pericoli, poi pareggio di Hamsik, un paio di rischi ma giunge un buon pareggio a Napoli

Buffon 6.5   La solita roccia di sicurezza in ogni intervento, sulle palle alte, coi i piedi e nelle sparute occasioni napoletane

Lichtsteiner 6.5  Gioca pressochè in copertuta e lo fa molto bene concedendo poco a Insigne, poche le sortite in avanti

Bonucci 7  Dirige la difesa da par suo con classe e tranquillità serafica, solito punto di forza e sul finale un paio di chiusure perfette

Chiellini 6.5  In area le prende tutte lui, di testa e di piede, brutto errore al 19° quando rischia di far capitolare la rete juventina, partita gladiatoria e di forza

Asamoah 5.5  Timido in entrambe le fasi, si limita a difendere senza mai dare sprint: gravissimo il suo svarione che per poco non manda in rete Mertens

Marchisio 6  Meglio sui lanci e negli appoggi che sui contrasti e la fisicità, gli manca un bel 30% di forma per essere al top, meglio nel secondo tempo, esce al minuto 79

Khedira 7  Un gol bellissimo, da manuale, un’uscita sontuosa, dai e vai con Pjanic e rete d’autore, buona la partita anche in interdizione con qualche amnesia nella seconda frazione

Pjanic 6.5  Fornisce l’assist del gol, poi rischia di essere sommerso dal centrocampo azzurro, ma resiste e combatte ed esce nei secondi 45 minuti con una buona prova di fosforo e costruzione

Mandzukic  6 Fisico, corsa e volontà, l’ago della bilancia della Juve, anche se soffre non poco le discese l’uomo che ha di fronte, l’abanese Hysaj, poca sostanza nella seconda frazione

Lemina 6.5  La miglior partita dell’anno del gabonese da adattato, forza, capacità di essere efficace in entrambe le fase, intuizione di Allegri che poi lo avvicenda con Cuadrado

Higuain 6  Refrattario ai fischi, fa il suo e gioca per la squadra, sacrificio e lotta ma risulta troppo isolato, poco dentro il match

Cuadrado 5 (dal 60°) Entra per spaccare la partita, non si vede mai: un fantasma

Dybala S.V. (dal 79°)

Rincon S.V. ( dal 86°)

 

Allegri 6.5  Una buona Juve nel primo tempo, linee strette tra i reparti che consentono ai napoletani di giocare poco sulle fasce, ci si attende un secondo tempo d’azione, invece la squadra subisce il pareggio e non riesce mai a imprimere ritmo al match, poche occasioni nella globalità e tre cambi che non incidono, sopratutto quella di Cuadrado.

 

 

 

 

 

 

Articolo precedente
juventus-napoliNapoli-Juventus 1-1: risultato, tabellino e diretta live dal San Paolo
Prossimo articolo
hamsikHamsik: «Meritavamo la vittoria»