Paratici: «Sarri è dove si merita. Vincere ancora? Straordinario»

paratici
© foto www.imagephotoagency.it

Fabio Paratici, direttore dell’area tecnica della Juventus, ha parlato nel prepartita del match dello Stadium tra bianconeri e Samp

Fabio Paratici, direttore dell’area tecnica della Juventus, ha parlato ai microfoni di Sky nel prepartita del match dello Stadium tra bianconeri e Sampdoria.

SARRI UOMO COPERTINA – «Senz’altro è un protagonista. Mi ha fatto piacere ascoltare quello che ha detto Marani. Ha elencato cose molto vere che ha fatto Sarri nella sua carriera, ha fatto una scalata incredibile. Si è meritato la Juve facendo bene al Chelsea e al Napoli. È nel posto che si merita».

SCUDETTO DELLA LIBERAZIONE – «No, non ci piace come definizione, perché noi sempre, ogni anno, quando arriviamo a questo punto – e tutti quelli che vincono sanno che quando arrivi a questo punto – è normale che tu abbia la voglia di arrivare all’obiettivo. Ci mancherebbe, siamo abituati ad avere critiche ogni anno, in tanti passaggi della stagione.  Non è assolutamente una liberazione, ma una grande gioia, una grande soddisfazione, se arriverà, perchè logicamente le partite, soprattutto in questo momento del campionato sono strane, sono diverse, hanno meno logica di prima, quindi bisogna essere molto cauti, molto attenti, molto concentrati e piano piano arrivare all’obiettivo».

SCUDETTI – «Sono ancora 8, il nono va conquistato sul campo. Quando vinci un titolo è sempre stroardinario. Bisogna viverlo col giusto entusiasmo, come stiamo facendo. Speriamo di arrivare a dama».

CHAMPIONS – «È un torneo molto particolare. Negli anni abbiamo ripetuto che è importante arrivare alle partite decisive in buona condizione e senza tanti infortuni. Oltre alla bravura, c’è anche una parte difficile da calcolare. Nel campionato se arrivi primo è perché lo meriti».

RINNOVO DYBALA – «Siamo a buon punto. Parliamo spesso col suo entourage. Stiamo avanzando, pur giocando ogni due/tre giorni, con tanto di trasferte. Ma stiamo parlando abbastanza frequentemente».

FESTA SCUDETTO – «Assolutamente no, siamo concentrato su queste partite. Le affronteremo cercando di raccoglier il massimo».

Condividi