Pecchia: «La squadra ha trovato identità. Queste partite formano i giocatori»

Iscriviti
pecchia
© foto www.imagephotoagency.it

Fabio Pecchia, tecnico della Juventus Under 23, commenta la partita contro il Novara, finita con il pareggio per 2-2

(Marco Baridon, inviato allo Stadio Moccagatta di Alessandria) Fabio Pecchia, tecnico della Juventus Under 23, ha analizzato il pareggio contro il Novara in conferenza stampa.

LA GARA «Oggi è stata una partita complicata, siamo stati sporchi tecnicamente e abbiamo sbagliato troppo nel palleggio. Il tecnico del Novara l’ha preparata bene. La rimonta, nonostante l’inferiorità, è merito della squadra che ci ha creduto. Il rigore mi sembra abbastanza netto».

AHAMADA E FAGIOLI«Questo è il continuum Primavera-seconda squadra. Ahamada è entrato molto bene, la squadra è molto giovane. Oltre a loro, soprattutto in questo periodo, avrò bisogno di pescare dalla Primavera».

MARCHI«Ha qualche capello bianco, sono convinto che darà molto alla squadra, sarà un riferimento per tutti. Poi è anche un giocatore valido, con una fisicità importante».

CLEMENZA«Io devo utilizzare i miei giocatori in diversi modi. Clemenza ha qualità, ricopre un ruolo che ha fatto molte volte. Ha capacità e duttilità. In base alle situazioni, io dovrò utilizzare la squadra».

GIOVANI«Vivere le partite in questo modo ha permesso di fare delle esperienze formative. Le richieste potrebbero destabilizzare il gruppo, ma è un piacere perchè lavorano bene».

Condividi