Pirlo al Parma, doppio retroscena di mercato: «C’era già l’accordo»

Iscriviti
juve pirlo udinese
© foto www.imagephotoagency.it

Pirlo al Parma, doppio retroscena di mercato: «C’era già l’accordo». L’attuale tecnico della Juve avrebbe potuto giocare coi ducali

La Gazzetta dello Sport questa mattina svela un doppio retroscena di mercato riguardante Andrea Pirlo e il Parma attraverso le parole di Fabrizio Larini e di Tullio Tinti.

«Quel ragazzo col 21 avrebbe potuto giocare per il Parma. Fabrizio Larini, allora d.s. del Parma, racconta: «Nel 1998 avevamo un accordo con il Brescia per Pirlo. Siamo andati negli uffici di Corioni, era tutto fatto, poi arrivò Moratti e si sa… all’Inter non si può dire di no». Tullio Tinti, storico agente di Andrea, conferma e rilancia: «Nel 2002, dopo il primo anno al Milan, ho parlato con Sacchi, allora al Parma. Andre avrebbe giocato davanti alla difesa. Non se ne è fatto nulla e Sacchi in passato haam messo di aver fatto un errore, quella volta». Pirlo restò al Milan, convinse Ancelotti a farlo giocare davanti a Nesta e Maldini e svoltò».

LEGGI ANCHE: Chiesa sulle orme del papà: il ritorno a Parma e quella foto speciale

Condividi