Connettiti con noi

News

Pirlo: «Dispiaciuti per l’occasione sprecata. Scudetto? Vedremo…»

Pubblicato

su

inter juve pirlo

Pirlo a Dazn: le dichiarazioni del tecnico dopo Verona-Juve. Il tecnico analizza il match del Bentegodi

Andrea Pirlo parla a Dazn dopo Verona-Juve.


MATCH – «Siamo dispiaciuti perché sapevamo sarebbe stata una partita difficile e sporca. L’abbiamo interpretata bene, siamo passati in vantaggio. Purtroppo non siamo riusciti a mantenere il vantaggio. Ci è mancata un po’ di aggressività sul gol subito. Sono cose che i giovani non hanno ancora capito, peccato perché sono cose che fanno perdere punti».

RICHIESTA A RONALDO – «Mancavano giocatori di esperienza e pochi che si facevano sentire e capivano il momento della partita. Gli ho chiesto di farsi sentire. È un peccato perché abbiamo lasciato due punti ed essendo passati in vantaggio abbiamo perso un’occasione».

DIFESA A 4 – «Ci ho pensato ma non avevo giocatori di ruolo. Ho messo Di Pardo alla fine che è più un quinto che un terzino. Quando abbiamo perso aggressività con Chiesa e Demiral abbiamo concesso qualcosa. Qualche giocatore dopo il 60’ era stanco e non potevo cambiare ma l’avevo messo in preventivo».

PRESSIONE – «Volevamo giocare col 4-2-3-1 per portare pressione nella loro costruzione. Nel secondo tempo ci siamo abbassati e siamo calati un po’ di intensità. Da lì sono arrivate delle occasioni per loro sugli esterni».

INTENSITA’ – «Sapevamo che l’intensità del Verona ci avrebbe messo in difficoltà, poi il campo non era in buone condizioni e facevamo il doppio delle fatica. Stiamo giocando tante partite e ti può mancare un po’ di lucidità»

VERONA – «È sempre difficile, ti portano a fare una partita sporca, ti mettono pressione. Devi pensare prima le cose per evitare che ti vengano addosso. Ma la gara era quella che ci aspettavamo, peccato per i due punti persi».

COSTRUZIONE DAL BASSO – «È il nostro modo di giocare. Secondo me la costruzione dal basso ti può portare tanto vantaggio, soprattutto non avendo punte. Oggi loro portavano pressione ed era difficile».

SCUDETTO – «È dall’inizio della stagione che giochiamo ogni tre giorni. Guardiamo partita dopo partita e vediamo a che punto saremo più in là». 

RONALDO-DIPENDENTI – «Avere altri giocatori come Ronaldo e Dybala farebbe comodo a tutti. Siamo un po’ in emergenza»

Pirlo è intervenuto poi ai microfoni di Sky Sport.

LA GARA – «Dovevamo fare la parita che abbiamo fatto, sapevamo che sarebbe stata una gara sporca. Abbiamo fatto la cosa più difficile passare in vantaggio ma non siamo riusciti a gestire il risultato. Ci siamo un po’ slegati ma non avevamo tante altre soluzioni in panchina, era normale un calo dell’attenzione dopo 60 minuti. Siamo stati troppo leggeri nell’andare ad accorciare un cross ed in certi tipi di partite non te le puoi permettere».

ALEX SANDRO – «Non si è perso la marcatura ma la statura lì ha pesato. Non dovevamo lasciare il cross così libero e senza pressione. Alex ha fatto una grande partita in un ruolo non suo».

CLASSIFICA«Noi guardiamo sempre partita per partita, il nostro obiettivo è cercare di vincere per cercare di arrivare in vetta e lottare fino alla fine del campionato».

PERCHE’ LA DIFESA A 3 «Emergenza, se guardavate le assenze non avevo altre soluzioni. Avevo già adattato Alex Sandro come terzo centrale più di questo non potevamo inventare. Se cominciano a mancare centrali e terzini, poi mi dice lei cosa potevamo fare (riferito a Padovan, ndr). Dragusin non è un terzino e non ha mai giocato terzino, ma da terzo centrale. Bisogna guardarle bene le partite prima di commentarle. Non è mai stato provato terzino. Chiesa e Bernardeschi fuori ruolo? Mi scusi chi avrebbe messo in quella posizione? Chiesa è un esterno d’attacco ma ha giocato tantissimo in quel ruolo, Bernardeschi ha fatto quasi sempre quel ruolo… forse erano gli unici due nella posizione ideale. Poi è normale che quando devi adattarne altri si devono sacrificare».

INFORTUNIO ARTHUR – «E’ l’unico con caratteristiche diverse, è un costruttore di gioco Quando ti viene a mancare devi fare di necessità virtù. Quando rientra? Purtroppo non lo sappiamo, ha avuto questo problema grosso alla gamba e stiamo cercando di recuperarlo il più presto possibile».

CHIESA«Chiesa sta facendo un ottimo campionato, adesso sta facendo molto bene quando gioca esterno d’attacco lo fa perchè è il suo ruolo ideale, stasera si è dovuto adattare ma ha fatto una bella partita».

Continua a leggere
Advertisement