Connettiti con noi

News

Pirlo non mente, scudo vecchia guardia: la grande differenza con Sarri

Mauro Munno

Pubblicato

su

Pirlo non mente, scudo vecchia guardia: ecco la grande differenza con Sarri. Il tecnico continua ad avere i senatori dalla sua

Andrea Pirlo non mente quando dice di avere sempre avvertito la fiducia dello spogliatoio. Mentiva quando, alla vigilia di Juve-Napoli, aveva annunciato la titolarità di Szczesny dopo gli errori del derby. Ieri in porta ci è andato Buffon che, insieme agli altri “vecchi” Ronaldo e Dybala, ha puntellato la traballante panchina del tecnico bianconero. Gigi alla fine della sua super partita è andato a cercare e abbracciare Pirlo, si sono detti qualcosa. Pochi istanti prima la stessa scena con Pinsoglio, un altro che nello spogliatoio ha un certo peso specifico. Lo stesso Dybala, escluso contro il Torino dal tecnico per il festino a casa McKennie, dopo il gol si è scambiato cenni d’intesa con l’allenatore. Il patto dei senatori della Juventus è ancora ferreo: accompagnare e aiutare Pirlo nel decollo della sua carriera da allenatore che ha rischiato più volte di essere strozzata dalle immani difficoltà in questa stagione di debutto. Il Maestro ha dalla sua lo zoccolo duro della squadra bianconera che proverà a fargli conseguire gli obiettivi rimasti: qualificazione alla prossima Champions League e vittoria in finale di Coppa Italia. Quest’ultima consentirebbe a Madama di disputare la Supercoppa nella prossima stagione, un trofeo per cui la Juve ha sempre concorso nell’ultimo decennio.

Il futuro di Pirlo è indissolubilmente legato ai risultati, ma il sostegno dello spogliatoio è un segnale che la società Juve accoglie positivamente e che potrebbe risultare decisivo nella programmazione di un futuro insieme. Maurizio Sarri l’anno scorso vinse lo scudetto ma non riuscì a empatizzare con i giocatori a cui veniva complicato recepire i diktat di un allenatore considerato probabilmente come un corpo estraneo tra le mura della Continassa. Una problematica, questa, denunciata più volte da Sarri da un certo punto in poi della scorsa stagione e, probabilmente, incidente sul suo prematuro divorzio dal club torinese. Pirlo va dicendo che la fiducia del gruppo nei suoi confronti c’è ed è grande: la partita di ieri e i piccoli segnali sembrano dargli ragione. I matrimoni più duraturi, di solito, si basano proprio su questo.

Continua a leggere
Advertisement

Copyright © Juventus News 24 – Iscritto al Registro Operatori di Comunicazione al n. 26692 Editore e proprietario: Sportreview S.r.l. Sito non ufficiale, non autorizzato o connesso a Juventus Football Club S.p.A. I marchi Juventus e Juve sono di esclusiva proprietà di Juventus Football Club S.p.A.