Connettiti con noi

News

Pjanic Juve, Allegri la chiave per il ritorno: lui ha già deciso

Pubblicato

su

Pjanic Juve: Massimiliano Allegri è la chiave per il ritorno del centrocampista bosniaco a Torino. Ecco il retroscena dalla Spagna

Non solo Massimiliano Allegri. L’estate 2021 potrebbe riportare sulla via di Torino un altro ex (lo sarà ancora per molto?) bianconero. Sì, quel Miralem Pjanic che quasi 365 giorni fa diceva addio con un commovente messaggio social, auspicando un’ultima grande svolta per la sua carriera con il passaggio al Barcellona. Bottino amaro per il bosniaco, ora che i conti della prima stagione in Liga sono stati chiusi. 30 presenze totali tra campionato, Champions, Supercoppa e Coppa del Rey: solamente 13 volte è partito titolare, non collezionando alcun gol o assist nell’arco dell’annata. Ma ecco, con il ritorno di Allegri alla Juventus, proprio Pjanic potrebbe ritornare sui suoi passi.

La permanenza di Koeman sulla panchina del Barça spingerebbe Mire all’addio. L’ambiente attorno al centrocampista, inoltre, conferma che l’idea di tornare alla Juve lo affascina molto, specialmente con il nuovo insediamento di Allegri. Il nodo, comunque, resta il tipo di operazione: bisognerà capire quale formula potrebbero trovare Juventus e Barcellona, magari in un altro scambio di giocatori come successo proprio l’estate scorsa tra Pjanic e Arthur.


Pjanic Juve: Allegri la chiave. Il rapporto tra i due

Pjanic non ha mai nascosto la stima nei confronti dell’allenatore. In un’intervista nel 2019 a Vanity Fair, il bosniaco disse: «Allegri è uno che ti dice le cose in faccia. Mi prendeva in giro, sosteneva che appena arrivato dalla Roma non fossi in grado di fare passaggi più lunghi di cinque metri. Ma se sono diventato un grande calciatore lo devo solo a lui».

Un rapporto schietto, sincero, come dimostra anche un episodio risalente ad un Juve Inter del dicembre 2017. A cinque minuti dal termine, Allegri sostituì Mire per Bentancur, con il calciatore che apparentemente non gradì il cambio, dicendo qualche parola al tecnico, che avrebbe tentato di spiegargli il motivo della sostituzione. Una normale situazione di campo, rientrata subito dopo il fischio finale. La conferma, infatti, arrivò dalle parole del giocatore che smontò la polemica: «Non mi sono arrabbiato con il mister dopo la sostituzione: volevo solo uscire veloce, perché mancava poco tempo. Il cambio l’ho chiesto io. La delusione nello spogliatoio, ora, era evidente: abbiamo dimostrato di essere la squadra più forte in campo. Ci spiace perché siamo stati superiori e volevamo vincere: potevamo fare qualcosa in più sotto porta, ma andiamo avanti». Potrebbe essere proprio Max la chiave per il ritorno di Pjanic a Torino?

Continua a leggere
Advertisement