Connettiti con noi

Hanno Detto

Rampulla: «Allegri alla Juve? I ritorni portano bene ai bianconeri»

Pubblicato

su

Michelangelo Rampulla ha parlato del ritorno di Massimiliano Allegri alla Juventus. Ecco cosa ha detto anche sul mercato

Michelangelo Rampulla ha parlato del ritorno di Massimiliano Allegri alla Juventus. Ecco cosa ha detto su mercato ed il gap con l’Inter. Le sue parole ai microfoni di TMW Radio.

ALLEGRI – «L’addio di 2 anni fa suonava strano, anche se ci può stare che si volesse riposare, soprattutto mentalmente, dopo il suo ciclo. I ritorni di solito alla Juventus portano bene: Trapattoni coincise con buoni campionati e la vittoria della Coppa UEFA, anche Lippi la seconda volta vinse i campionati».

POSSIBILITA’ – «Se ti cerca il Real Madrid e dici no, significa che ha ricevuto tanto. Credo soprattutto a livello umano: significa che sei stato bene, che l’ambiente è quello giusto per te. Per rinunciare al Real Madrid devi essere forte mentalmente, ma avrà fatto tutte le sue valutazioni».

AMMISSIONE DI COLPE – «Sicuramente, non l’hanno fatto verbalmente ma di fatto è così. Penso che inizialmente la scelta di dargli l’U23 per farlo crescere e portarlo alla prima squadra un giorno fosse quella giusta. Poi con la frettolosa decisione di esonerare Sarri si sono trovati a dover correre ai ripari. Quella di Pirlo era una scelta forzata, si è rivelato un rischio dare la Juventus in mano a un esordiente, anche se va sottolineato che due trofei comunque li ha vinti».

MERCATO – «Non si può permettere però di lasciar passare anni prima di arrivare. Ci saranno due aspetti, anche quello immediato: deve per forza di cose cercare di arrivare più in là possibile in Champions League, è lì che ruota tutto. I giocatori ci sono, dopo 9 anni un passaggio a vuoto ci sta: l’intelaiatura forte c’è già e con l’arrivo di Allegri torneranno anche le motivazioni».

COLMARE IL GAP INTER – «Credo di no. Certamente è un valore aggiunto, gli anni passano per tutti e ultimamente la Juventus ha fatto a meno di Bonucci e Chiellini. Allegri ha maggior esperienza di Pirlo, saprà meglio cosa fare. Di certo l’Inter, senza Conte, ha già perso molto».