Ramsey rivela: «In quel momento ho pensato: ‘Perché proprio a me?’»

Iscriviti
ramsey-juventus
© foto www.imagephotoagency.it

Aaron Ramsey, centrocampista della Juve, ha raccontato un momento triste della sua carriera calcistica. Le sue dichiarazioni

Aaron Ramsey si è reso protagonista di una diretta su Instagram con il cantante Niall Horan, ex componente della band ‘One Direction’. Il centrocampista della Juve ha parlato anche di un momento delicato della sua carriera, risalente ad un infortunio ai tempi dell’Arsenal. Di seguito riportate le sue dichiarazioni.

INFORTUNIO«Avevo appena iniziato a giocare in prima squadra con l’Arsenal. E stavo anche giocando bene. Poi accade una cosa simile e ti fai tante domande. Avevo solo 19 anni e mi ero appena rotto tibia e perone. Pensavo di aver finito la carriera e mi domandavo ‘Perché a me? Perché proprio a me?’. Alcuni giorni dopo però i medici cercavano di rassicurarmi. Ho ricevuto molti messaggi anche di altri sportivi. Tutti mi dicevano che avrei superato il momento e che sarei tornato a giocare. Devo dire che il mio vero rientro è stato contro il Manchester United nel 2011. Quando segnai il gol decisivo. Da quel momento ho sentito che era davvero tornato».

Condividi