Connettiti con noi

Calciomercato Juve

Raspadori Juve: quel retroscena che lo lega ai bianconeri. Cosa successe

Pubblicato

su

Raspadori Juve: quel retroscena che lo lega ai bianconeri. Cosa successe dopo una partita all’Allianz Stadium

Giacomo Raspadori è stato individuato come possibile sostituto di Paulo Dybala nel caso in cui l’argentino non dovesse rinnovare con la Juventus. C’è un legame ad unire il destino dell’attaccante con i bianconeri…

In una lettera a Cronache di Spogliatoio, Raspadori raccontò un bell’aneddoto sulla Juve e Paulo Dybala: «È stato un signore. Un vero e proprio gentleman. Allo Stadium la partita era appena finita e io volevo a tutti i costi la sua 10. Mentre tutti si salutavano, mi sono diretto verso Paulo e – un po’ imbarazzato, sì, perché non sono introverso ma non ho il cuore di pietra – gli ho chiesto: ‘Scusa se ti disturbo, potrei avere la tua maglia?’. Lui mi ha sorriso, rispondendo: ‘Certo, però mi dai la tua?’. Sono rimasto colpito: non avevo ancora esordito in Serie A, ero il Signor Nessuno nel vero senso della parola. Non smetterò mai di ringraziarlo per ciò che mi ha fatto vivere in quel momento. Mi tolsi il giaccone, mi spogliai e gliela diedi. Io ero il ragazzo più felice del mondo, e anche lui mi sembrava soddisfatto. Chissà dove l’ha messa. Fu un grande regalo da parte di Dybala».