Rogerio, il volante brasiliano della Juve che cresce a Sassuolo e sogna l’eredità di Alex Sandro

rogerio
© foto www.imagephotoagency.it

La Juventus attende l’ennesima buona notizia da Sassuolo. Rogerio, terzino sinistro brasiliano classe ’98, vuole un posto tra i grandi

L’erede di Alex Sandro? Sì, no, forse. La Juventus ha scommesso su Rogerio Oliveira da Silva, noto come Rogerio, terzino sinistro classe 1998. Il giocatore è attualmente in prestito al Sassuolo e, con l’arrivo di Beppe Iachini, sta iniziando a ritagliarsi uno spazio importante tra i neroverdi. Difficile strappare il posto a un giocatore esperto come Peluso ma il laterale sudamericano è in crescita. Il calciatore, da sempre tifoso dell’Internacional de Porto Alegre, ha conosciuto tecnici come Carlos Dunga e Paulo Roberto Falcao e a 18 anni compiuti è sbarcato in Europa.

Tanti club europei hanno provato ad ingaggiarlo ma la Juventus, come di consueto, ha anticipato la concorrenza di PSG, Bayer Leverkusen e Manchester City. La Juventus spera di aver trovato l’erede di Alex Sandro e nel frattempo ha inviato Rogerio dal Sassuolo, club che ha fatto crescere, nel corso degli ultimi anni, numerosi talenti. Il brasiliano ha esordito in Serie A in questa stagione, entrando nei minuti finali di Sassuolo-Milan. Poi 14 minuti contro il Cagliari e la prima da titolare nella gara con la Lazio disputata domenica scorsa nel gelo del Mapei. ‘Roger’ ha pagato l’emozione e le difficoltà della squadra neroverde ma è un grande talento e il tempo è dalla sua parte.

La Juventus ha scommesso su di lui e il giovane laterale sinistro, classico mancino brasiliano, abile soprattutto in fase offensiva è un grande talento: gioca da esterno mancino di una difesa a quattro ma potrebbe giocare anche a centrocampo. Ha grande personalità, è abile nell’uno contro uno grazie a un’ottima tecnica individuale e può cambiare marcia da un momento all’altro grazie alla sua esplosività. Deve lavorare in fase difensiva, come tutti gli stranieri che arrivano in Italia, ma in Emilia con Iachini può solo migliorare. Rogerio ha ampi margini di crescita, la Juve se lo gode e spera di aver trovato il nuovo Alex Sandro.

Articolo precedente
raiolaRaiola choc: «Ho parlato con la Juve di Balotelli. E su Donnarumma…»
Prossimo articolo
di pardoPrimavera, Di Pardo: «La Juve è un sogno, imparo dai grandi»