Rubinho: «Pirlo alla Juve una sorpresa. Vi racconto com’è Andrea»

rubinho
© foto www.imagephotoagency.it

L’ex terzo portiere della Juventus, Rubinho, ha parlato di Andrea Pirlo nuovo tecnico bianconero e di Conte

Rubinho, ex portiere della Juventus in cui giocava Andrea Pirlo, è intervenuto ai microfoni di Radio Sportiva per parlare dell’approdo di Pirlo in bianconero e non solo. Ecco le sue parole.

PIRLO – «Per me Pirlo alla Juve è stata una sorpresa: dopo l’eliminazione dalla Champions era scritto che Sarri sarebbe andato via, ma nessuno poteva pensare a Andrea. Quando è stato ufficializzato sono stato felicissimo perchè lo conosco e so che ha tutte le carte in regola per fare bene. Non ho mai visto Pirlo in difficoltà nè in allenamento nè in partita: era sempre molto preparato su tutti i fronti, conosceva bene le caratteristiche di ogni partita e si adattava subito al modo in cui si doveva giocare, e la squadra lo seguiva. Pirlo ha un carattere molto particolare in senso buono, gli basta poco per farsi capire: basta un’occhiata o un gesto, ora alla Juve ha tanti ex compagni come suoi giocatori, lo conoscono bene e si capiranno senza problemi e questo sarà un vantaggio».

CONTE – «Quando Conte andò via dalla Juve dopo due giorni di ritiro per noi fu un dispiacere perché il mister ci aveva dato tanto ed era stato importante per tutti quanti. All’Inter secondo me Conte ha fatto bene, è arrivato in finale di Europa League: certo poteva andare meglio vincendola, ma non vedo il mister mollare, lui va fino in fondo. Se è rimasto vuol dire che ha ancora tanto da dare alla società e ai giocatori. Vedo la Juve avanti perché è la squadra più organizzata, poi a seguire c’è l’Inter dove Marotta sta mettendo le corde a posto: sarà una bella lotta ma secondo me la Juve è favorita».

Condividi