Rustu Coronavirus: «La partita più difficile della mia vita»

Iscriviti
© foto www.imagephotoagency.it

L’ex portiere del Barcellona e della Nazionale turca, Rustu, racconta la sua esperienza con il Coronavirus: le sue parole

Rustu, ex storico portiere della Nazionale turca e del Barcellona, è risultato positivo al Coronavirus. Ecco le sue parole a TMW.

CORONAVIRUS«Sto lentamente tornando me stesso, le mie condizioni di salute migliorano ogni giorno. Il mio corpo era un po’ debilitato, ho dovuto affrontare un trattamento molto pesante, ma sono sulla via del recupero e posso solo ringraziare Dio. Adesso dovrò restare in quarantena a casa per circa altri 15 giorni. Ho passato ore difficili, è stata una delle partite più dure di tutta la mia vita, ma il peggio è passato e finalmente sono potuto tornare a casa. Meno male ho smesso di fumare cinque anni fa».

RIPRESA DEL CALCIO«Non è compito mio dirlo, ormai mi sono ritirato dal calcio giocato. Credo che questa decisione spetti solamente ai dottori e agli scienziati, visto che andrà garantita la sicurezza di tutti. Facciamoci coraggio e pensiamo prima di ogni altra cosa alla salute, con pazienza, rispetto delle regole e tanta fede».

Condividi