Sarri applaude i giovani della Juve: «Hanno fatto bene»

© foto www.imagephotoagency.it

Sarri applaude i giovani della Juve: «Hanno fatto bene». Le dichiarazioni del tecnico dopo la sconfitta di Cagliari

Maurizio Sarri è stato intervistato da Juventus TV dopo la sconfitta di Cagliari.

PARTITA – «Sono quelle partite in cui probabilmente il livello di cattiveria non è quello giusto per concretizzare quello che ti presenta la partita, era quasi inevitabile oggi perché avendo vinto lo scudetto 60 ore fa, avendo fatto festa, non è che la partita potesse essere su grandissimi livelli, credo fosse umanamente comprensibile».

GIOVANI – «L’impatto non è stato male. Muratore ha fatto quello che doveva fare, Zanimacchia è entrato bello brillante e ha fatto bene, Peeters è entrato nel finale con Olivieri e hanno fatto quello che dovevano fare, complessivamente i ragazzi giovani hanno fatto piuttosto bene».

CAGLIARI COME LIONE?- «Dal punto di vista tattico può anche darsi, dal punto di vista mentale credo che la nostra squadra sarà diversa in Champions».

FESTA SCUDETTO – «Pensiero di contentezza perché vincere è difficile, rivincere è difficile, vincere per nove volte consecutive è quasi impossibile, i ragazzi hanno fatto qualcosa di mostruoso, questi cicli di solito si esauriscono molto prima del nono anno. Poi te lo godi fino ad un certo punto perché dopo una settimana c’è una partita importante e cerchi di restare con la testa con quello che c’è da fare invece che su quello che è stato fatto. Chiamata speciale dopo lo scudetto? Feci un messaggio a Veronesi perché aveva vinto il Premio Strega e lui mi disse: “Sì ma te vinci questo campionato sennò non me lo godo” (ride). Quella è roba importante».

Condividi