Sconcerti: «Calendario attento, insistente ma non estenuante»

sconcerti
© foto www.imagephotoagency.it

Mario Sconcerti, giornalista e opinionista, parla del calendario di Serie A, reso noto il 2 settembre. Le sue parole

Sulle pagine del Corriere della Sera, Mario Sconcerti ha parlato del calendario di Serie A.

«L’inizio migliore sembra del Milan, Bologna in casa poi due neopromosse Crotone e Spezia, di solito più lente a trovare il ritmo della A. Ma non si va oltre la terza giornata. Dopo tutto si cade un po’ addosso. È un calendario equilibrato che ha sparso partite importanti subito, ma sempre alternandole con altre che promettono più leggerezza. Non ci sono serie durissime almeno con i valori tecnici che possiamo intendere adesso. Ma è la prima volta che il calendario arriva prima del mercato. Molti pareri possono cambiare da qui a un mese. […] Calcolando le prime sette arrivate del campionato scorso, gli scontri diretti saranno sette in cinque giornate, dieci in otto giornate, quando ormai saremo al 22 novembre, pieno autunno. Raramente è capitato di vedere un calendario così attento, insistente ma non estenuante».

Condividi