Sconcerti: «Messi al City ad un prezzo che sia tra quello di Ronaldo e Neymar»

© foto www.imagephotoagency.it

Mario Sconcerti commenta il possibile passaggio di Messi al Manchester City. Ecco l’opinione del giornalista

Nel suo editoriale sul Corriere della Sera, Mario Sconcerti ha analizzato la situazione di Messi e il suo possibile addio al Barcellona per approdare al City.

«Non vorrei uccidere troppe speranze, ma non c’è mercato su Messi. Ha già scelto. Nessun giocatore al mondo e tantomeno il più ricco, romperebbe con la sua società senza avere già un altro ingaggio. L’altra squadra è il Manchester City, che per adesso non dice niente ma nemmeno smentisce. A conferma della propria colpa. Messi sta adesso alzando la voce in modo sguaiato, non perché speri realmente di potersene andare a zero lire. Questo è quasi impossibile, glielo ha detto chiaramente anche la Liga spagnola, cioè la depositaria dei contratti, proprio ieri. C’era una data per farlo, è stata largamente superata, quella strada è chiusa, almeno nei tempi brevi di un calciatore. Messi fa il ribelle perché deve far capire in fretta al Barcellona che la loro storia non può riaprirsi e l’unica soluzione accettabile per tutti è trovare un accordo col City, vendere Messi a un prezzo reale di mercato versando un potente indennizzo a chi è costretto a cedere. Qualcosa che sia tra i cento milioni pagati dalla Juve per Ronaldo e i 222 pagati dal Psg per Neymar. Questa è la situazione reale. Non ci sono tavoli aperti, la direzione di Messi è già definita».

Condividi