Sorteggio Champions, i verdetti: sarà Juve-Tottenham

allegri juve
© foto www.imagephotoagency.it

Sorteggio ottavi di finale, Champions League 2017/2018: aggiornamenti in diretta live con tutti gli abbinamenti

Juventus, do you speak English? La Madama europea riprenderà il proprio cammino a febbraio contro il Tottenham (la squadra che ha fatto più punti nella fase a gironi) di Harry Kane, Dele Alli e Hugo Lloris. Non un abbinamento proibitivo per i bianconeri che dovranno però fronteggiare una compagine comunque estremamente competitiva nell’organico e nel gioco. Lo Stadium potrà così rivedere Fernando Llorente, grande ex del doppio confronto. Attenzione al ritorno in quel di Londra. I bianconeri, storicamente, fanno tanta fatica in Inghilterra. Detto questo, missione tutt’altro che impossibile per la banda Max.

SORTEGGIO OTTAVI DI FINALE: CLICCA QUI PER AGGIORNARE

La diretta del sorteggio con tutti gli aggiornamenti

Questo il quadro definitivo degli ottavi! Poteva andare decisamente peggio alla Juventus, così come alla Roma. Chelsea-Barcellona e Real Madrid-Psg sono due partite paurose già a questo punto della competizione.

Bayern Monaco-Besiktas Bavaresi molto fortunati

Chelsea-Barcellona Altro match mostruoso e storico

Shakhtar Donetsk-Roma Va di lusso ai giallorossi

Real Madrid-Psg Clamoroso, che incontro!

Siviglia-Manchester United Estetismo contro concretezza

Porto-Liverpool Niente male anche per Klopp

Basilea-Manchester City Pesca benissimo Guardiola

Juventus-Tottenham Ecco l’avversaria dei bianconeri

Prima squadra estratta la Juve! Tutte le possibiltà aperte

Si parte!

13/14 e 20/21 febbraio: queste le date delle andate degli ottavi. 7/8 e 13/14 marzo: queste le date dei ritorni degli ottavi.

Primo special guest: Xabi Alonso! Sarà lui la mano della dea bendata per questi sorteggi

Record incredibile per l’Inghilterra che ha portato ben 5 squadre agli ottavi di finale. Prima partecipazione alla fase ad eliminazione diretta, invece, per i turchi del Besiktas.

Sale sul palco Giorgio Marchetti, segretario generale della Uefa

Quella corrente è stata l’edizione della Champions League col maggior numero di gol nella fase a gironi. Buona parte del merito è del Psg che, con 25 centri nel proprio raggruppamento, ha polverizzato il precedente record del Borussia Dortmund

C’è come al solito Pedro Pinto, addetto alla comunicazione dell’Uefa, a presentare la cerimonia

La profezia di Tacchinardi: la Juventus pescherà il Besiktas e la Roma il Porto!

L’Urna di Nyon sta per esprimere i propri verdetti! Siete pronti a conoscere l’avversario della Juventus negli ottavi di finale di Champions League?

L’attesa sta per finire! Siamo ormai a un passo dal conoscere il nome del prossimo avversario dei bianconeri in Europa. In programma ci sono i sorteggi di Nyon, validi per gli abbinamenti degli ottavi di finale della Champions League 2017/2018. Tra pochi minuti via alla diretta live con tutti gli aggiornamenti dall’urna! Ora tocca alla dea bendata!

Le possibili avversarie della Juventus

La squadra di Massimiliano Allegri accede alla top 16 da seconda del girone D. Inevitabile, dunque, l’accoppiamento con una testa di serie. Sei estrazioni possibili per Madama, escluse in partenza soltanto Barcellona e Roma. Andiamo a scoprire insieme quelle che sono le possibili avversarie dei bianconeri negli ottavi di finale di Champions. Tra autentici spauracchi e compagini ampiamente a portata, ecco la certezza: la Juventus è in grado di giocarsela con tutte.

Manchester City *****

Da evitare senza se e senza ma. La squadra di Guardiola, dopo un anno di “lavori in corso”, è definitivamente diventata una corazzata sia in Premier sia in Champions. Gioco rapido e iper offensivo, qualità del palleggio devastante, intensità stratosferica: i citizens sono terribilmente simili al primo Barcellona dell’allenatore catalano. La sensazione è che la Juventus vista nelle ultime uscite possa trovare difficoltà enormi contro questa squadra. Incrociate le dita. GIOCATORE CHIAVE: Sergio El Kun Aguero.

Liverpool ***

Bene ma non benissimo. I Reds hanno segnato addirittura 23 reti nella fase a gironi (secondo miglior attacco) e giocano, al momento, il calcio più divertente d’Europa. Il genio di Jurgen Klopp ha plasmato una creatura velocissima e verticale nella costruzione del gioco  all’insegna di un calcio totale. Ma il Liverpool ha anche dei grossi punti deboli: la fase difensiva non è di primo livello così come la capacità di gestione della partita. Gli inglesi hanno la costante necessità di giocare con l’acceleratore pigiato e, a volte, finiscono con l’andare su di giri. C’è di peggio. GIOCATORE CHIAVE: Sadio Mané.

Besiktas *

Magari. Va bene che le squadre turche sono sempre ostiche. Va bene che hanno vinto il girone G. Va bene il fattore ambientale. Ma, parliamoci chiaro, incontrare il Besiktas agli ottavi di finale di Champions sarebbe un lusso irrinunciabile. La squadra di Instanbul ha letteralmente dominato il raggruppamento con Porto, Lipsia e Monaco qualificandosi da prima del girone con un turno di anticipo. La compagine allenata da Senol Gunes vanta grande fisicità e l’esperienza di diverse vecchie volpi del calcio europeo. Temibili? Non per la Juve, dai. GIOCATORE CHIAVE: Ricardo Quaresma.

Tottenham ***

Occhi aperti. Gli Spurs sono la rivelazione della fase gironi? Più o meno. I ragazzi di Mauricio Pochettino hanno tagliato il traguardo del Girone H prima del Real Madrid, raccogliendo 4 punti nel doppio confronto contro i Blancos. Risultato che stupirà soltanto i meno avvezzi al calcio inglese: i londinesi, negli ultimi anni, sono diventati un’autorità in Premier. Parliamo di una squadra completa e quadrata, dotata di individualità eccellenti (c’è anche il grande ex Fernando Llorente). Pecca? Poca esperienza internazionale in molti interpreti e ancora, forse, un pelo troppo giovane. Perché sì, può essere anche un difetto. GIOCATORE CHIAVE: Harry Kane.

Paris Saint Germain *****

Anche no, grazie. Cavani, Neymar, Di Maria, Draxler, M’bappé, Verratti e tutti gli altri. Ma di cosa stiamo parlando. Un’armata mostruosa. 25 gol infatti in 6 partite di Champions League e la sensazione di essere davvero troppo per qualsiasi difesa del mondo. Unai Emery, per quando bistrattato dalla stampa francese, è un allenatore preparato e capace tatticamente. Qualche buco dietro c’è, inevitabilmente: d’altra parte una squadra che schiera abitualmente cinque attaccanti e gioca un calcio iper offensivo qualcosa dovrà pur pagare, no? Ogni tanto si specchiano, vero. Ma è un signor specchiarsi. GIOCATORE CHIAVE: Neymar.

Manchester United ****

Pogback. Perché, inevitabilmente, pescare i Red Devils significherebbe riabbracciare (?) il polpo Paul. Poi ci sarebbero Ibra e Mourinho, insomma: il fascino della sfida non mancherebbe. Lo United è una squadra farcita di straordinari campioni, costruita, a suon di milioni, per vincere. Questo non significa che sia imbattibile anzi. I diavoli di Old Trafford hanno, anche quest’anno, qualche problema di assetto e vivono dei troppi alti e bassi di alcuni giocatori fondamentali. Questa squadra è un po’ la carta matta della competizione: è capace di tutto. Nel bene e nel male. GIOCATORE CHIAVE: Romelu Lukaku.