Connettiti con noi

News

Spinazzola Juve, 12 marzo nel destino: uno sguardo al passato

Pubblicato

su

Tanta sfortuna per Leonardo Spinazzola, uno dei migliori ad Euro 2020. Ora un lungo stop: ripercorriamo il suo anno alla Juve

Leonardo Spinazzola è stato la Star of the Match per due volte nel percorso dell’Italia ad Euro 2020: oltre al premio individuale, una conferma nel gruppo di Mancini e la palma (probabilmente) di miglior terzino di Euro 2020. La rottura del tendine d’Achille lo terrà lontano dai campi di gioco per almeno 6/7 mesi con l’augurio che possa tornare lo straordinario dominatore della fascia dimostratosi negli ultimi anni. I tifosi della Juventus gli hanno dimostrato tanto affetto e dopo le sue prestazioni con Turchia e Austria sono aumentati i rimpianti per averlo salutato nel 2019, destinazione Roma. Un lungo peregrinare sempre sotto la guida della Juventus per poi fare ritorno alla casa madre. Ripercorriamo il suo anno alla Juventus, stagione 2018/2019.

Spinazzola e la carriera

Dal 2010 nelle giovanili della Juventus arrivando dal Siena, va in presito all’Empoli e alla Virtus Lanciano, poi di nuovo al Siena. Prima esperienza all’Atalanta, poi ancora in giro tra Vicenza e Perugia. Nel 2016 il ritorno all’Atalanta e la definitiva esplosione con Gian Piero Gasperini: 25 presenze e 5 assist, con un rendimento altissimo. La Juve decide di riportarlo a Torino. Nell’estate 2019, scambio con la Roma con Pellegrini, operazione discussa dai tifosi ma essenziale per il bilancio della due società.

Spinazzola alla Juve: il 12 marzo data simbolo

In tutto questo peregrinare, Spinazzola aveva già assaporato la prima squadra. La sua prima convocazione risale ad una gara contro il Cesena il 12 marzo 2011, data che tornerà utile nella storia di Spinazzola alla Juventus. Spinazzola restò in panchina per tutti i 90 minuti.

L’esordio con la maglia della Juve arriva il 21 gennaio 2019, 4 minuti contro il Chievo. 11 gare in Serie A con la maglia bianconera contro appunto Chievo, Parma, Udinese, Genoa, Empoli, Milan, Spal, Inter, Torino e Roma. Proprio nel derby della Mole arriva il suo unico assist con la Juventus: cross perfetto dalla sinistra per il decollo di CR7.

Unica presenza in Champions League, ma da autentico dominatore della fascia sinistra: 12 marzo 2019, 67′ contro l’Atletico Madrid con una gara da applausi in quella che passerà alla storia come la miglior prestazioni di Cristiano Ronaldo in maglia bianconera. Alla Juventus, dunque, Spinazzola colleziona 12 presenze, un assist per un totale di 745′.