Tacconi a RBN: «Commisso non ha capito niente. I rigori ci potevano stare»

Tacconi
© foto www.imagephotoagency.it

Stefano Tacconi, ex giocatore bianconero, parla delle polemiche post Juve Fiorentina e in particolare commenta le parole di Commisso

L’ex giocatore della Juve Stefano Tacconi ha parlato delle polemiche post match con la Fiorentina e delle parole di Commisso. La sua opinione a Radio Bianconera.

COMMISSO«La Juventus e le proteste della Fiorentina? Commisso è arrivato dall’America e non ha capito niente di come funziona in Italia. Deve farsi aiutare da qualcuno. La Juve ha avuto il dominio del possesso palla, i rigori ci potevano stare, ma tutti ce l’hanno con la Juve perché fa paura ed è lì davanti a tutti nonostante giochi al 50%. È normale che gli altri si possano intimorire».

CAMPIONATO EQUILIBRATO«Meno male. È finita l’era di Allegri con cui cominciavamo bene e finivamo male. Adesso speriamo che sia la volta buona che iniziamo male e finiamo bene. A Sarri hanno fatto cambiare mentalità. Uno che vince l’Europa League con il Chelsea qualcosa di positivo ce l’ha, vuol dire che sa portare la squadra al top fino alla fine. Con Allegri si arrivava a maggio cotti e pieni di infortuni».

RUSH FINALE«Secondo me è stato tutto calcolato, che a Primavera sbocciasse la Juve e lo dico da ex giocatore che ha fatto 25 anni di preparazione atletica. La preparazione è fondamentale, se sbagli quella hai sbagliato tutto. Noi tra l’altro eravamo in 15, non 26-27 giocatori come adesso».

 

Condividi