Tifosi Juve, distanti ma uniti: la storia di Antonio, dj producer dei ‘The Dreamers’

Iscriviti
© foto www.imagephotoagency.it

Tifosi Juve, distanti ma uniti: la storia di Antonio, dj producer dei ‘The Dreamers’. La storia che racconta le storie del popolo bianconero

Antonio Tricarichi, in arte Sonik, è un dj producer siciliano che, insieme a Gaetano ‘Galknoize’ e Alex ‘Kater’ fa parte del gruppo ‘The Dreamers’. Un trio capace di infiammare le folle con la sua musica, abbracciando il pubblico con quelle note che rendo indimenticabili le serate. L’emergenza Coronavirus, però, ha momentaneamente arrestato la loro ascesa, mettendo una X sopra le date nel calendario previste per i loro eventi. Il desiderio di tornare a suonare è forte, lo sa bene Antonio, impegnato in questi giorni di quarantena a concludere gli ultimi progetti prima del ritorno in pista. A Juventus News 24, ha raccontato come è cambiata la sua vita in questo delicato momento per l’Italia, svelando i suoi piani futuri e i segreti del suo gruppo musicale.

Antonio, parlami un po’ di te e in che modo questa situazione ha intaccato la tua professione…

«Io mi chiamo Antonio Tricarichi in arte Sonik: sono un Graphic Web Designer e faccio parte dei The Dreamers, un gruppo di dj producer siciliani. Produrre musica è un momento di pura creatività che per noi sicuramente è importante per finire dei progetti in cantiere con collaborazioni di spicco con artisti internazionali».

Dovevi suonare a breve in qualche locale o avevi alcune serate già in programma?

«Stavamo già programmando la stagione estiva ma penso che tutto slitterà a data da destinarsi. Ne parlavamo proprio oggi io e i miei soci Gaetano in arte Galknoize e Alex in arte Kater».

Come ti stai tenendo occupato in questo momento?

«Stiamo rivisitando tanti generi musicali e collaborando sinergicamente a tante iniziative sociali che si vedono sui social per affiancare la nostra esperienza in questo momento di puro disagio. La musica non muore mai anzi, è la medicina che serve in questi momenti di puro sconforto».

Stai già pensando a nuovi progetti nel frattempo per farti trovare pronto quando tutto finirà?

«Sì, stiamo pensando ed ideando tante nuove melodie e completando anche la canzone per l’estate. È uscito un nostro ultimo remix proprio una settimana fa che si trova su tutti i nostri profili social @thedreamersreal; oltre a quello, proprio ieri, è stato caricato un video sulla Settimana Santa di Enna in Sicilia dove abbiamo realizzato il tappeto musicale attraverso una vera e propria opera intersecata ad un video suggestivo pieno di tradizioni e folklore realizzato da Sandro Bellomo e con fotografie di Peppe Arangio».

Parlando un po’ di Juve, quali sono i tuoi primi ricordi che ti hanno legato ai colori bianconeri?

«I miei ricordi alla Juve risalgono a quando ero bambino. I miei idoli erano Roberto Baggio e Alessandro Del Piero».

Se dovessi dedicare una canzone a questa Juve o ad un calciatore a tua scelta, invece, quale sarebbe e perché?

«Ad Alessandro Del Piero dedico una nostra canzone che si chiama Way To Infinity uscita su Saifam Records nel 2018 dove il soggetto è l’infinito. La dedico a lui perché rimarrà per sempre indelebile nel mio cuore».

Come stai vedendo dall’esterno la situazione attuale nel nostro Paese? Secondo te come finirà questa stagione calcistica?

«Spero tutto ritorni alla normalità: sta passando troppo tempo e tutto questo comporta una perdita economica notevole. Sicuramente prima sistemiamo tutto quello che riguarda il Covid 19 e poi si dovrà parlare di calcio dato che lo Scudetto lo vincerà la Juve».

Condividi